Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

venerdì 19 dicembre 2014

Lo Hobbit: la Battaglia delle Cinque Armate. Lasciando la Terra di Mezzo tra videogiochi & citazioni random

Ed eccoci qui, all'unico post cinematografico dell'anno solare.  Squillino le trombe, rullino o tamburi, schitarrino le chitarre e che venga aperta la strada verso il cielo, poiché così cantò il bardo!

Siamo giunti al capitolo finale! L'assicurazione copre l'incendio doloso dovuto ai draghi a Esgaroth?   Quanti fottuti orecchie a punta devono morire prima che un povero nano come il sottoscritto possa ritenersi soddisfatto? Può un solo nano ribaltare le sorti di un film? Ma soprattutto... sarà riuscito Peter Jackson, d'ora in poi PJ come il figlio di Gambadilegno su queste pagine, a rimettere il film sui giusti binari, dopo un deragliamento che ha portato anche a un certo sminchiamento della logica generale della trama?

Mi sovviene solo un pensiero: Babbo Natale, è un grandissimo fetentone.

 (SPOILER)


lunedì 24 novembre 2014

Una serie di sfortunati errori: report Milano 2014


Strano. Questa volta torno a casa dalla mia due giorni milanese con la testa sana e le gambe a pezzi. 

Dovrei essere felice. 

Invece no.

La fiera di Milano, dal mio punto di vista, è stata pessima. Nella giornata di domenica ho venduto 4 libri. Un risultato scadente per una fiera in cui sono stato presente 10 ore. I motivi del flop? Non voglio sembrare arrogante se dico che non credo sia colpa mia. Ma andiamo con ordine.

martedì 11 novembre 2014

Chiari: una domenica da Plesiosauri


Al solito, uno scrittore serio, quando torna da una fiera con quattro libri all'attivo, non fa una grande figura (beh, forse una grande figura di qualcosa sì, ma non si sa bene di cosa...). Io me ne torno a casa felice, soddisfatto e con la solita emicrania da primato che mi martella la testa. Quali somme rivelazioni ho ottenuto da questa fiera della microeditoria? Per ora solo che uno che considera un autore fantasy un "corruttore di giovani coscienze", forse non è nemmeno il peggio che possa capitare in una fiera.

venerdì 7 novembre 2014

Poche parole sul nuovo trailer de Lo Hobbit

Nani dai volti perplessi: potevo usare un'immagine migliore?
Più andiamo avanti con i trailer, più ho paura di assistere alla pellicola in questione. Non so per quale motivo, ma la visione dell'intero video mi causa delle reazioni poco consone a quella che dovrebbe essere la figura pacata e paciosa di Baffogrigio.

martedì 21 ottobre 2014

Repulisti: 10 libri che non pensavo di avere.

Istruzioni per l'uso: ripetere le parole "Klaatu-Verata-Nikto" prima di aprire.

Una persona normale, rimettendo ordine nella sua libreria, si trova spesso di fronte a della roba che non ricordava minimamente di aver comprato o che gli fosse stata regalata. Alcune cose sono persino sorprendenti, sulla falsa riga "apri quel volume e potresti liberare uno spirito sumero". O una roba rilegata in pelle umana. Ne viene fuori una di quelle belle Top 10 che amo tanto, le dieci cose più belle/ strane/ tristi / orrende venute fuori dalla mia libreria, corredate dal grado di WTF relativo!

mercoledì 3 settembre 2014

Salerno in Fantasy 2014: persi nel retrogaming


Nove ore passate sul regionale 510, di cui una buona parte spese SENZA aria condizionata, mi hanno riportato a Genova. Stanco? Ovviamente! Dormire su un intercity secondo voi quanto è difficile? Un indizio? Quando si arriva in stazione, l'altoparlante fa un casino sul modello "botola-di-LOST". Rantolando, cercavo un PC in cui inserire i numeri 4 8 15 16 23 42, ma non ci riuscivo. Ignoriamo il viaggio e pensiamo alla fiera, dai.

venerdì 22 agosto 2014

Nella notte



Domanda rivolta ai colleghi (oddio, mi sa che si offendono perché li ho chiamati colleghi). Avete mai provato a scrivere di notte? Beh, c'era una pubblicità, un bel po' di tempo fa, che raccontava di uno scrittore intento a lavorare sul suo romanzo la notte, bevendo un caffé di discutibile qualità (eh, a me quella varietà non è mai piaciuta, e sono in fase di abbandono della caffeina da un pezzo) decantando le gioie dello scrivere nell'ora del lupo. Sapete cosa ne penso? 

Va bene se abiti in un dannato faro, isolato dal mondo. Non a Sampierdarena

venerdì 15 agosto 2014

Il trailer de "Lo Hobbit - La Battaglia dei Cinque Eserciti" : cosa mi devo aspettare e cosa NON mi devo aspettare.



Se non avete letto lo Hobbit, non continuate la lettura. Stesso discorso per quel che riguarda i libri di Tolkien: se non avete mai letto le appendici del Signore degli Anelli e la Cerca di Erebor nei Racconti Incompiuti, state alla larga. Se non mi date retta, sono cavoli vostri, però sappiate che vi farò SPOILER SUL FINALE DE LO HOBBIT. Io vi ho avvisato.

venerdì 8 agosto 2014

Citazioni fantasy fuori contesto

Tony Stark e il Trono di Spade: fuori contesto, ma geniale
Il cinquantesimo post! Sono terribilmente commosso! Tra reboot, eliminazioni di post precedenti e rallentamenti vari non avrei mai ritenuto possibile arrivarci!

Ecco quindi il motivo per cui ho deciso di festeggiare raccontandovi quelle che sono state le mie dieci citazioni fantasy fuori contesto preferite. Alcune le ho dette, altre le ho subite, ma fondamentalmente costituiscono il lato positivo dell'essere un nerd del fantasy: se hai fortuna e becchi qualcuno che le capisce, ci si fa anche una risata!

lunedì 4 agosto 2014

La teoria dei Guardiani della Notte

La mia speranza è che questo post non venga preso come una dimostrazione di eccessiva arroganza. Non sono quel genere di persona, chi mi conosce bene lo sa. Anzi, talvolta pecco in senso opposto.

L'unico scopo di questo post è condividere con chi lo leggerà una mia piccola epifania. Qualcosa che mi rode il cervello da qualche tempo ormai.

giovedì 31 luglio 2014

Organizzare una presentazione: telefonia portami via

E come sempre...SCIMMIE!!!
(Quanto segue non ha senso. Se volete che qualcosa abbia senso, nella prossima vita reincarnatevi in un orango e fate i bibliotecari; i nomi sono fittizzi ma i dialoghi, e soprattutto i miei stati emotivi, sono sostanzialmente veri. Possono essere leggermente romanzati: dopotutto è il mio dannato lavoro. Per difendere l'anonimato dei soggetti, verranno utilizzati nomi di dottori del Marvel Universe).

martedì 29 luglio 2014

Da Vinci's Plesio




Partiamo coi dovuti ringraziamenti!

Grazie a tutti quelli che, nei giorni scorsi, hanno compato Nytrya e Bandlòr. Grazie soprattutto alle tre persone che, nel corso della fiera, hanno cercato lo stand Plesio per aver il seguito del mio primo romanzo. In quei momenti, il mondo sembra diventare improvvisamente un bel posto in cui vivere!

Altro giochino di parole su Vinci e mi sa tanto che, tempo due giorni, il comune mi arresta e mi rinchiude nell'Overlook Hotel che, ho scoperto, in realtà si trova proprio nella ridente cittadina toscana (certo, se non ha denunciato Goyer per quella serie TV idiota...). Come sarà andata questa fiera dell'Unicorno 2014? Avrò venduto? Agli orchi Nytrya sarà piaciuto? E cosa si prova a conoscere uno dei proprio idoli d'infanzia? Quanto è bello incontrare il proprio supereroe Marvel preferito? Scopritelo!

mercoledì 23 luglio 2014

Riscrittura compulsiva: stiamo lavorando per voi

Lo stesso segnale appeso fuori dalla mia camera...
Essere autocritici è una delle poche cose che può salvarti la ghirba se vuoi fare della scrittura qualcosa in più di una semplice passione. Idem l'autoironia. Credo di possedere entrambe. Forse pecco nella quantità (troppa autocritica, troppa poca autoironia. A seconda dell'argomento). Però potrebbe considerarsi autoironia andare in giro con una maglietta che recita "Signore, scusatemi: sono nei Guardiani della Notte"! Oppure ego? DILEMMI!!!

Quanto segue, comunque, è un breve resoconto di ciò a cui può portare l'eccesso di autocritica. Mediamente, come tutte le cose di questo mondo, il risultato è sempre lo stesso...

lunedì 7 luglio 2014

Certe mazzate sono solo questione di tempo




Magari sono scemo io. No, posso tranquillamente togliere il magari. Sono scemo e basta.

Ma resta il fatto che quando leggi tanti libri dello stesso scrittore, questo ti entra nell'anima e diventa quasi una persona cara. Lo consideri alla stregua di un parente, pur non avendolo mai nemmeno visto.

Stamattina accendo il PC. Solito giro di giornali, solito giro di siti. Mi trovo un messaggio su Skype al quale non posso rispondere. Bevo il mio caffé mentre me la prendo col solito numero improponibile di pagine di quotidiani on line, bestemmiando contro Repubblica, il fatto, l'Unità, la Stampa e il Corriere. Cancello una mail inutile quindi passo a dare un'occhiata ai vari siti fantasy. Non che mi aspetti chissà cosa per me stesso, ma vorrei sinceramente sapere qualche nuova uscita.

Poi mi arriva la mazzata. Che mi ricorda come uno dei miei autori preferiti, forse il mio preferito per tanti motivi, stia lottando contro una malattia, solo allo scopo di guadagnare un po' di tempo.

lunedì 30 giugno 2014

Il mio percorso editoriale: verso il segno del Plesiosauro

Mur cerca disperatamente di spiegare alla famiglia perché, in fondo in fondo, pubblicarmi non sia stata una scelta così sbagliata. Champ cerca di ascoltare, mentre Nessie, dal canto suo, sceglie l'indifferenza.

Sinceramente, non mi ero mai reso conto di aver dimenticato questo argomento. Alle volte ho parlato di editoria, trasformando una frasetta della mia prof in un'elucubrazione mentale lunga cinquanta righe. Ma non ho mai affrontato il vero problema. 

Come diavolo sono arrivato a pubblicare?

Come finito sotto il segno del Plesiosauro?

domenica 29 giugno 2014

Personaggi che avrebbero meritato di lasciarci le penne nel fantasy



ATTENZIONE! Il post di oggi non ha alcun senso. Se volete qualcosa di sensato, andate a leggere qualcos'altro. Non rompete gli attributi a noi, se quanto seguirà non dovesse rivelarsi di vostro piacimento!

Sarà lo stress accumulato nell'ultima sessione di esami. Sarà l'eliminazione dell'Italia e il fatto che gente come Chiellini possa nascondere dietro al morso draculesco di Suarez la propria incapacità. Oppure il fatto che, nemmeno ho finito di studiare, che subito ci sono tesi e tirocinio da fare, impedendomi di godermi una settimana di ferie come Martin comanda (perché lui sì che se ne intende di ferie!) ma oggi mi sento cattivo.

Vedo la mia libreria, ben fornita di ogni genere di libro fantasy, e invece di ricordarmi dei momenti di passione vissuti vicino ai miei eroi preferiti, penso a quelli che avrebbero meritato di scomparire dai libri, possibilmente dopo mezzo capitolo. Palesi errori dei loro scrittori che, in un momento di debolezza, hanno partorito dei personaggi insopportabili. Perché in fondo in fondo abbiamo tutti una nostra lista nera di questo tipo di gentaglia.

Personaggi che, a parte un odio innaturale e, tutto sommato, meritato, non ci hanno dato nulla. Precisini, vigliacchi, irrimediabilmente stupidi e anonimi come una caramella all'anice. Personaggi che ci hanno fatto desiderare ardentemente la loro morte.

Perciò, ai soggetti di questa lista, un bel Valar Morghulis a tutti voi, e possano le Aule di Mandos accogliere i vostri spiriti. Possibilmente trattenendoli per un bel pezzo.

sabato 31 maggio 2014

Voto di scambio (con Zenone)

Portati al cospetto del recensore, gli scrittori offrono un obolo per poterne ricevere pareri positivi sul libro. I lettori del blog analizzano i doni, cercando di realizzare se gli stessi siano sufficienti per il loro sommo leader e blogger.
Questo post lo sto scrivendo da una settimana. Forse di più. I benedettissimi esami universitari, in questa volata finale che mi dovrebbe portare a concluderli entro un mese per poi dedicarmi SOLO alla tesi, mi stanno prosciugando di ogni linfa creativa, impedendomi di mettere qualcosa di decente sul blog da mesi. Aggiungiamoci i seggi, aggiungiamoci la connessione che c'è e non c'è.

Ma forse, oggi, ce la faccio a parlarne. Un argomento delicatissimo, terribilmente arduo da trattare: il "voto" di scambio.

Non quel voto di scambio per cui noi italiani veniamo presi a pernacchie e vediamo i nostri parlamentari ammazzarsi tra di loro. L'altro voto di scambio. 

"Tu dai tre stelline a me, che io poi posso dare tre stelline a te".

martedì 13 maggio 2014

Le tre regole non scritte dell'editoria.

E anche questa volta... SCIMMIE!
Ignoro sinceramente se, tra le persone che frequentano saltuariamente queste pagine, vi siano degli scrittori in cerca di pubblicazione. A loro va il mio più sincero augurio e la raccomandazione di continuare a impegnarsi e non abbattersi mai. In attesa che mi sbattiate in faccia il vostro libro pubblicato dal malvagio Impero Galattico dell'Editoria, con la terribile presenza di Sire Eunandadori in prefazione, desidero rivelarvi tre cose che non dovreste MAI fare. Si tratta di puro e semplice buon senso, qualcosa che gli scrittori sanno di non dover fare ma che nessuno dice mai apertamente di non fare. A questo punto, sfatiamo questo tabù, e mettiamoli nero su bianco. Non dovete considerarle come oro colato, intendiamoci. 
Come il Drugo prima di voi, prendetela come viene.

lunedì 28 aprile 2014

Soncino, il pianeta delle scimmie e la testa che scoppia

Perché uno ci prova. Dico sul serio, ci prova a creare un Vlog, a mettere filmati sul tubo, ma il kharma, il destino, l'onnipotente essere supremo del deismo lo blocca. Essere supremo che, dopo ieri, visto come sono andate le riprese, ha la faccia di un noto youtuber cremonese e ride come un pazzo per la mia avventatezza, per aver osato sporcare la provincia di Cremona con la mia presenza! Col rischio che il progetto sia naufragato dopo nemmeno una giornata, mi appresto, alle 21 del 27 Aprile 2014, a stendere il report di Soncino 2014. Con una di quelle emicranie epiche, capaci di spaccarti in due il cranio e il volto di un insano colorito arancione per il sole preso.

venerdì 11 aprile 2014

10 archetipi di soggetti da fiera da evitare


Perché, metti caso, se ogni tanto non fornisco un taglio giullaresco a questo blog, Thor s'incazza! E se Thor s'incazza e mi sfigura col Mjollnir, finisce che rallento ancor di più i miei lavori per il terzo libro, e lì è Mur che s'incazza, e mettersi contro in una sola volta un dio norreno e un plesiosauro affamato, è una brutta cosa. Passiamo perciò ad osservare i soggetti delle fiere fantasy e/o editoriali che possono essere incontrati nel corso di una proficua giornata di vendite. Vai con la sigla di Superquark!

giovedì 3 aprile 2014

La prima volta di Bandlòr

"Hai mica da ridire sui voti assegnati?"
Ed eccoci qui! Anche Bandlòr, per la prima volta, ha una sua recensione! Di nuovo i miei ringraziamenti ad Anima di Drago per un'altra buona valutazione e per aver voluto continuare l'esperienza della mia saga!

Analisi di uno psicodramma: le 5 fasi del blocco dello scrittore.


Cominci col blocco, poi insegui la tua famiglia con una mazza da croquet...o un'ascia

Può capitare per mezzo miliardo di motivi. Magari perché hai da fare all'università. Magari a qualcuno non è piaciuto il libro e si finisce in crisi depressiva. Magari perché tutte le volte che ci si mettr a scrivere si pensa all'ultima vignetta di Zerocalcare e non ce la si fa ad andare avanti. Il fatto resta: nella nostra vita, prima o poi, finiamo sempre per provare quella sensazione d'impotenza derivante dalla totale, o quasi, assenza d'idee, dall'incapacità di scrivere, dal temutissimo, maledetto insopportabile, blocco dell scrittore.

venerdì 28 marzo 2014

Le spade nere portano sfiga

"Ora lo faccio! Giuro che lo faccio! Lo faccio, eh!?"
Una piaga, per lo più ignorata nel mondo del fantasy, è quella della sfortuna derivante dalle spade di colore nero. Se c'è una specialità che queste armi hanno, piaga tutt'ora sottovalutata, è quella di portare una quantità di sfiga tale da far toccare pure i gatti neri. (Spoiler Alert)

lunedì 17 marzo 2014

Morti di personaggi fantasy che mi hanno sconvolto e fatto infuriare.



Ogni tanto ripenso a quale personaggio dei miei libri potrei far morire. Personalmente, tendo a non affezionarmi ai miei personaggi. Non è una bella cosa, ma sicuramente mi fornisce molta più libertà d'azione. Abbassi la guardia un momento e TAAAC! sei fregato. Il personaggio prende il sopravvento su di te e praticamente scrivi ciò che è meglio per lui, non ciò che è meglio per la trama. Quando invece non lo fai, beh, alla fine è molto meglio, visto e considerato che in questa maniera fai solo quello che preferisci. George Martin Docet.


Qualcuno ha realmente tenuto conto di tutte le morti presenti Nelle Cronache, anche dei personaggi minori:  un massacro

Mi dedico oggi a una piccola lista delle morti che mi hanno sconvolto e lasciato particolarmente affranto. Se non volete spoiler di vari libri e saghe fantasy (Dragonlance, Signore  degli Anelli, Trono di Spade, Harry Potter e compagnia bella) state lontani. In caso contrario, clinex alla mano e piangiamo tutti un po' insieme.

lunedì 10 marzo 2014

La Valigia dei ricordi: San Giorgio di Mantova 2012

Proviamo, ora, ad aprire una vera e propria rubrica, dedicata alle mie esperienze passate nelle varie fiere dedicate al fantasy in giro per l'Italia. La prima che, ovviamente, mi viene in mente per l'ovvio riferimento al post di domenica su Mantova, è il San Giorgio di Mantova, fiera a sfondo fantasy da me sostenuta nel 2012. Si trattava solo della seconda fiera a cui partecipavo, ed ero in condizioni pietose, completamente morto di sonno. Oltre a questo, ho perso il conto del numero di sfighe che mi sono capitate in quel contesto.

domenica 9 marzo 2014

Andata e ritorno. Racconto di un viaggio verso Mantova

Quando il Pala mi ha convinto a fare questa cosa, sapevo a cosa sarei andato incontro:

POSTUMI!!!

Dato che ero l'unico autista decente, sono stato anche quello che si è fatto Genova-Cremona-Mantova. Ergo sono anche quello che oggi si sente le braccia e le gambe stranamente pesanti, tanto da far fatica a muoverle. Terrore puro. Prima la spia dell'iniezione che si accende, con sosta all'Autogrill di Tortona Ovest per capirci qualcosa, condita da uno sputazzo sul parabrezza del meccanico (pura poesia!). Poi una statale in condizioni inquietanti. Il tutto mentre si consumava il peggior scambio di battute oscene tra il dottor Ibaticus e il Palanide, mentre la strada proseguiva dritta e la radio faceva sentire a ripetizione le note di "Country Roads".

Ma n'è valsa la pena.

Permettemi la citazione: BRUSCHETTE!

giovedì 27 febbraio 2014

Buk di Modena: perché il fantasy travia le giovani coscienze...


Questo nuovo post è un po' speciale. Ovviamente, vuoi perché per me aggiornare questo blog è ormai diventato un evento (almeno lo ammette. Questo è sempre il primo passo), ma soprattutto perché ho deciso di dare un taglio completamente nuovo (o quasi) alla Cattedra. Credo che, d'ora in poi, mi limiterò a qualche commento sulle mie esperienze nel campo degli eventi e delle presentazioni eseguite e a mettere giù qualche altro capitolo dei Manuali di Sopravvivenza (ma non si libererà mica di noi, vero? Come potrebbe!? Siamo nella sua testa! Silenzio lì dentro!)

Quale modo migliore di cominciare questa nuova era se non parlando del primo evento del 2014, il Buk di Modena?

martedì 4 febbraio 2014