Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

giovedì 12 marzo 2015

Noli Timere Messorem: Sir Terry Pratchett 1948 - 2015


Si pensa di essere preparati a certe cose. Si pensa che, dopo tutto, anche se si ama un autore come pochi, non conoscendolo di persona la cosa può far male solo fino a un certo punto. E poi succede. E non si sa bene cosa dire. Si resta affranti, come quando si è consapevoli che un parente a cui si vuole molto bene non c'è più. Passa anche la voglia di scrivere e di sorridere. I buoni propositi spariscono in un momento, il tempo di leggere il messaggio di un amico. Ma si deve andare avanti, anche quando si è consapevoli che Morte, ormai, l'ha reclamato. Mi piace pensare che sia andato a trovarlo di persona, come se fosse un re o un mago dei suoi romanzi, mi piace pensare che, in quel momento, Zio Terry abbia sorriso. Mi piace pensare, contro ogni razionalità, che ora Zio Terry sia nel mondo che ha creato, che sia di nuovo padrone della sua mente e dei suoi ricordi, che sia in compagnia di Scuotivento e del Bagaglio, che si stia facendo una foto con Duefiori. Per noi poveri mortali, invece, resta solo la consapevolezza che Terry Pratchett non c'è più. La voglia è di ricordarlo con affetto, certi che fino all'ultimo Sir Terry abbia tenuto fede al suo motto, congedandosi dalla vita con dignità e accogliendo il Mietitore senza paura.

Terry avrebbe compiuto, tra poco più di un mese, 67 anni.  Ai suoi familiari, il mio più sincero cordoglio. Così come agli scrittori fantasy, che perdono uno dei migliori tra loro. E a tutti noi, amanti delle sue opere. 

Noli Timere Messorem.

lunedì 9 marzo 2015

10 cose che ho capito di non sopportare nel mondo dell'editoria: dov'era...?


Questo post è, sostanzialmente, un suicidio annunciato. Forza Wade, capisco bene cosa stai passando.

Recentemente Nytrya ha compiuto tre anni e Bandlòr uno. Aspettando che la famiglia cresca (promessa che per alcuni sa di minaccia) ho imparato a muovermi in questo mondo meraviglioso e complicato che è l'editoria italiana. Un mondo che, come ormai ho ribadito molte volte, immaginavo diverso. Meno carico di emeriti bastardi, forse?

Così, in questi primi tre anni, ho imparato a conoscere soggetti particolarmente interessanti, che nel post successivo verranno elencati in ordine non necessariamente di odio o sgradevolezza ma, diciamo... casuale? Maestro Renè, com'è che si fa? ... niente , il maestro René non risponde, ergo nomino nume tutelare di giornata re Theoden, grande e nobile sire.

Ed è proprio qui che comprendi. Capisci che la colpa non è tua, non è del mondo dell'editoria. La colpa è sempre dello stesso soggetto. Mentre tu versavi in un'impotente incazzatura, dov'era? Mentre tu ti disperavi, dov'era? Mentre tu subivi e brancolavi nel buio, sperando che giungesse una mano dall'alto, dov'era!?

DOV'ERA GONDOR!?