Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

mercoledì 28 dicembre 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 015: Speciale Doctor Who.


 
"Senza Doctor Who il mondo sarebbe un posto più triste" diceva qualcuno. Così, dopo lunghe riflessioni (non è vero, ma dire "dopo lunghe riflessioni" fa sempre un certo effetto), ho deciso di riprendere le puntate di Radio Gandalf dedicando il primo episodio di quello che, spero, sarà un nuovo ciclo, con un episodio dedicato completamente all'alieno preferito del Regno Unito... no, non sto parlando di Nigel Farage, marmittoni.

In compagnia di Andrea Viscusi, che è tornato a sopportare la mia presenza in questa tortura cinese sotto forma di podcast, analizziamo l'episodio "natalizio" del Dottore, tirando le somme della gestione di Moffat, dell'interpretazione di Capaldi, facendo qualche previsione su quella che potrebbe essere il nuovo corso del Dottore in questa decima stagione e oltre. 

Senza dimenticare un giusto abbraccio a Carrie Fisher, che ci ha lasciati ieri sera.

Al solito la puntata è disponibile su Youtube e scaricabile GRATIS qui.

Buon ascolto!

sabato 19 novembre 2016

Omaggio a un'amica caduta (letteralmente). Un racconto di sfiga galdiana.

In loving memory.
Una storia che comincia in attesa. In attesa di andare dal medico, per farmi controllare quel maledetto piede che mi sono sfasciato in Scozia sullo Storr e che ancora adesso mi sta facendo dannare l'anima. In attesa di un ascensore. Uno di quelli che non arriva mai. La signora del settimo piano mi odia da quando ho fatto raccolta di firme porta a porta per il referendum (non questo...) perciò mi ignora quando le chiedo, cortesemente, di passare al quinto per raccattarmi. Il tizio del terzo non può sapere, dal piano terra, che sono in attesa. E così è pure per il signore che, nel frattempo, ha prenotato l'ascensore prima di me, nonostante mi sia consumato il pollice su quel tasto a forma di pastiglia del Re Sole.

Finalmente, l'ascensore si ferma al mio piano, il quinto. E ne esce un manovale, sporco di polvere dovuta ai lavori. Lo guardo e sorrido. Ha quella maglietta. La stessa che mi sono comprato a Vinci, allo stand di Stay Nerd. Una maglietta di Gandalf davanti alle porte di Moria, intento a dire "Mellon" per entrare. Quasi introvabile, nata come una di quelle edizioni limitate che scadono dopo 24h. Sorrido e dico "Bella maglia, ne ho una uguale!".

Dimostrazione di quanto sia bello essere beatamente ignoranti.

venerdì 14 ottobre 2016

Strana città, strane storie, Stranimondi.


Francamente? Non ci riesco. Non riesco a non piangere appena arrivato a Ronco Scrivia, magari mentre sto ascoltando, per l'ennesima volta, "Country Roads, take me home". Non riesco a visitare Milano senza intristirmi. Non riesco a prendere quella metropolitana tentacolare senza provare un senso di spaesamento e orrore degno di una discesa nel Maelström. Non riesco a immergermi in quell'aria malsana, fredda e nebbiosa senza provare un impellente desiderio di andare a Boccadasse, sentire il profumo del mare e il rumore delle onde, vedere alle mie spalle i monti e i forti. Anche quando piove, anche quando dicono di restare in casa perché, ormai lo sappiamo un po' tutti da queste parti, il Bisagno e il Polcevera sono due bastardi, e basta qualche goccia di pioggia in più per farci preoccupare.

Eppure, un buon motivo visitarla, quella stranissima Milano, ogni tanto ce l'ho. Questo week end, se non sarete troppo impegnati con la Gamesweek, potreste fare un salto allo Stranimondi, uno dei principali eventi legati al fantastico italiano, per fare una visitina allo stand di Plesio Editore.

Che poi domani pomeriggio c'è la presentazione di Emanuele Maia e del suo Venus, e hanno scelto me per prensentarlo (invoco tutta l'esperienza di Angelo Berti perché sia il mio spirito guida in questo genere di cose), che magari c'è la possibilità di salutare Sonia Barelli dopo sei mesi che non ci si vede e, con un po' di fortuna, coinvolgere qualcuno in Frontiera. 

Intanto mi preparo, ho preso i biglietti del treno, spero che quei due bastardi del Polcevera e del Bisagno non vogliano farsi un giro per vedere com'è cambiato il mondo in questi ultimi anni, e mi metto in assetto da guerra. No, l'ascia la lascio (accidenti a Cocco Bill) a casa, maniman me la sequestra qualche agente milanese troppo zelante...

Ah, e visto che è appena uscito il nuovo Trailer di Rogue One, e qualche bimbominkia (con la K, che manco Marinetti... uff, che vita!), da bravo ragazzino qual è non ha ancora capito che NON SI TRATTA DI EPISODIO VIII, vi lascio col meme del secolo quale memento (quei momenti in cui ti sale il Lato Oscuro!).

Sempre a tema orsi (grazie all'Insoleza di R2-D2).



lunedì 3 ottobre 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 014: Harry Potter e la maledizione del Fanservice


Ed eccoci di nuovo qui, a parlare di fantasy e degli orrori che esso può concepire. No, non sto parlando dei miei libri, ma dell'ottavo capitolo della saga di Harry Potter, in cui J.K. Rowling ha deciso di vendere suo figlio ai mercanti di schiavi (suo diritto). O forse no? Magari ci troviamo di fronte a un'opera meritoria, penalizzata dall'eccessiva attenzione mediatica nata attorno ad essa. A rappresentare queste due posizioni ci sono, rispettivamente, Marta Duò e Sonia Timossi, in un episodio speciale di Radio Gandalf in cui siamo riusciti anche ad avere l'intervento di uno studente di Hogwarts! Chi? Scopritelo voi!



L'episodio è disponibile anche su Spreaker e scaricabile QUI GRATUITAMENTE. Buon ascolto!

mercoledì 31 agosto 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 013: il Salone Dimezzato.


Torna Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!), con una puntata dedicata all'ultima "elettrizzante" novità: lo scisma milanese nel salone del libro di Torino. Fatevi due domande, datevi una risposta, mentre ascoltate le opinioni di Luca Morandi e Marta Duò sull'argomento, e quelle irrilevanti del sottoscritto su Decathlon.

Come sempre la puntata è scaricabile QUI e disponibile su Youtube. Godetevela!


venerdì 12 agosto 2016

7 Aprile 1991 - 12 Agosto 2016



Irrazionale. Tutto quello che riguarda il calcio è innegabilmente stupido e irrazionale. 

Non lo puoi spiegare, non riesci a capire come mai tante speranze, delusioni, dolori e gioie vengano sublimate da qualcosa di mutevole, qualcosa privo di volto e personalità. 



martedì 26 luglio 2016

Festa dell'Unicorno 2016: la Crociata delle Barbe ha inizio.


DISAGIO: quando realizzi che Sailor Mercury con la parrucca dell'Incantevole Creamy è uno dei cosplay più fotografati delle Festa dell'Unicorno 2016.
Ed eccomi qui. A ricapitolare, per la quinta edizione di fila, quanto successo nella mia tre giorni toscana. I lati positivi sono tantissimi. Ho incontrato Claudio Chiaverotti, uno dei miei sceneggiatori di fumetti preferiti, ho parlato col Re dei Nani, ho messo le mani sul Daitarn e usato un TARDIS, conosciuto la redazione di Stay Nerd. Insomma, Vinci concede sempre soddisfazioni, anche se sono stato escluso da Hogwarts per fare spazio a un tavolo (non potevo competere: quel tavolo è un eroe, sopporta Mur da molto più tempo di me).

Ma in mezzo? Una guerra. Una vera guerra con lo scopo dichiarato di distruggere, finalmente, la inutile razza elfica.

martedì 19 luglio 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi) 012 - speciale Festa dell'Unicorno 2016: Pokémon Goes to Vinci.


Anche se non l'avete chiesto, anche se potevate farne a meno, torna Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) con la sua puntata dedicata alla Festa dell'Unicorno di Vinci (...e a Pokémon Go, direi...), in compagnia di Alessio Banini e Stefano Andrea Noventa.

Quindi smettete di percorrere dei sentieri montani in cerca di Pokemon rari e dedicatevi all'ascolto di questo programma in cui il sottoscritto, in compagnia di due scrittori seri, "analizza" e "commenta" il programma di questa splendida fiera!

QUI la puntata: (non morde, è gratis!!!).

E QUI il video.

 

mercoledì 13 luglio 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 011: l'autopubblicazione (ovvero come ho imparato a preoccuparmi e a odiare l'editoria a pagamento).


Parafrasando il titolo di un noto film di Kubrick, cosa per la quale devo ringraziare che il maestro sia passato a miglior vita da quasi vent'anni, eccoci qui (dopo due mesi!) con una nuova puntata di Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) dove in compagnia di Davide Cencini e Gianluca Malato affrontiamo la realtà dell'autopubblicazione e analizziamo (o vivisezioniamo... o mettiamo alla berlina, come preferite) il fenomeno dell'editoria a pagamento. 

La puntata, come al solito, è scaricabile gratuitamente QUI. Sì, niente più video su Youtube (scherzo, moh arriva pure quello, per quelli di voi troppo pigri per scaricare un file GRATUITO). Se continuo a usare effetti sonori presi dal Signore degli Anelli, state certi che me la fanno pagare cara.



Ascoltate... oppure fuggite, sciocchi!.

mercoledì 22 giugno 2016

Casale Comics 2016. Alieni? Non Morti? Ci pensa Tiger Mask!

Il nuovo gestore del banco Plesio, Kiki, vi saluta.

Quando si affronta una fiera al suo primo anno ci sono parecchie incognite. Che l'organizzazione possa peccare e fare qualche errore capace di penalizzare l'andamento generale della manifestazione per il povero standista o per il cosplayer di turno, giungendo a picchi come quelli di Soncino dove la rivolta popolare dei cosplayer ha portato all'epica battaglia di due anni fa, è da mettere in conto.

Quindi?

No, niente di che. Io e Manny abbiamo perso un treno, c'è stata una mezza invasione aliena e una protesta di sigle sindacali di non morti, col casino finale del freak show, ma alla fine è andato tutto bene. Più o meno. Anche se c'è voluta una Tiger Bomb per mettere a posto tutto.

martedì 17 maggio 2016

Salone Internazionale del Libro di Torino: la Borraccia, la Strega, l'Armadio.



C'è voluta una levataccia e un viaggio con i treni delle nostre amate Ferrovie dello Stato, ma alla fine sono arrivato. Mentre percorro l'ultimo tratto della Passerella Olimpica per raggiungere il Lingotto, non posso fare a meno di sorridere tra me e me. Entro nella galleria e la supero, lanciando un'occhiata rapidissima a una tartaruga ninja a grandezza naturale in vetrina, sintomo del mio nerdismo infantile di ritorno, ed eccomi finalmente davanti ai cancelli. Salone del Libro, aspettami! Per la prima volta da non so bene quanto tempo, sono riuscito a compiere un viaggio senza che nulla di strano accadesse! Niente navigatori implementati da Skynet, niente coincidenze andate a puttane, niente furti di biglietti sul treno, niente ritardi o incidenti a bloccarmi la strada. Un viaggio tranquillo, di quelli dove sei il solo in tutta la dannata carrozza, nella posizione giusta e con un bel libro da leggere. 

giovedì 5 maggio 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 010. Salone del Libro: questione d'Indipendenza


Puntata dedicata all'indipendenza! Oggi parliamo dell'approdo dell'editoria indy al Salone Internazionale del Libro di Torino, in compagnia di Susanna Fusaro di Echos Edizioni, di Stefano Tevini di La Ponga Edizioni e del giovane esordiente Emanuele Maia, autore di Venus: a new Dawn di Plesio Editore.

La puntata, al solito, è disponibile in ascolto su Youtube e scaricabile gratuitamente da questo link.


Buon ascolto e ci vediamo al Salone del Libro!

martedì 26 aprile 2016

Soncino 2016: il bello di perdersi.


Alle volte me le vado a cercare. Esempio: non me l'ha mica ordinato il medico di fare questa fiera, oggi, sciropparmi oltre 200 Km ad andare e altri 200 a tornare per giungere alla Rocca di Soncino. Eppure incurante di tutto mi sono messo in macchina, armato di santa pazienza, partendo alle 5 e 30 del mattino per giungere tre ore dopo nella cittadina dell'interland cremonese, famosa per la Rocca e la Tana del Drago Fumante. Che Rita esporti presto il franchise. Ma, mentre sono qui, col solito mal di testa da primato, a scrivere sul PC questo report, cercando di sfuggire alla vista dei Mangiamorte incazzati, cerco di raccapezzarmi su come siano andate le cose in questa assolata giornata di Aprile, in cui le previsioni hanno toppato annunciando una pioggia battente, facendo mente locale per capire dove ho sbagliato strada.

Perché il bello di certi viaggi è proprio sbagliare strada. Dopo essere regolarmente uscito a Cremona, prendo la strada verso Brescia. Cazzata, cazzata! Mi ritrovo così a un passaggio a livello, sperduto nella campagna lombarda. Davanti a me una moto, una vespetta bianca con macchie di ruggine, tenuta su dal cavalletto, e il suo proprietario. Casco demijet in mano, capelli e barba bianchi e fluenti. Sembra una versione più anziana del buon Fabio Porfidia, o forse suo padre, e considerate le implicazioni messianiche nel sembiante del nostro artista qualche dubbio sull'uomo di fronte a me inizio a pormelo. Dopo oltre 10 minuti di attesa alla barriera senza che il treno sia arrivato, scendo dalla mia 600, la Siponta, avvicinandomi con una certa soggezione. Le rotaie restano deserte.

"Maaa... è molto che aspetta?" azzardo. Un gesto secco del capo, uno schiocco di labbra e una scrollata di spalle mi danno meno informazioni di prima. A quel punto, tento un'altra strada. "Mi scusi, vado bene per Soncino da qui?". Un singolo cenno di diniego. Uno. Perentorio, senza appello.

Il treno arriva. Torno in macchina, scaricando una voce per il navigatore del cellulare. Sono fuori strada. Devo deviare verso Castelverde, poi Soresina, poi Soncino. Sta di fatto che una persona, al terzo anno in quel di Soncino, dovrebbe ormai conoscere la strada. Macché. Mi devo far salvare, ancora una volta, le chiappe dalla tecnologia. Malvagia tecnologia. Cortana mi odia, ora lo so.

lunedì 18 aprile 2016

Radio Gandalf (fuggite sciocchi!) 009: puntata a tinte di Nero... Press!






Nona puntata! Non avrei scommesso un soldo sul fatto di arrivare così distante con questo progetto, temevo sinceramente di mollare prima. Di fatto però siamo arrivati qui, oggi ospite Daniele Picciuti e parliamo un po' di tutto!

Puntata a tinte nere, si diceva. Quelle di Nero Elfico, romanzo che ha appena vinto il Premio Cittadella, quelle di Nero Press, dell'horror, del thriller, del gotico. Ma anche tinte nere di tutt'altro genere, che ci riportano ai fatti di attualità successi recentemente al Romics. 

Tutto questo, lo potete ascoltare in questa intervista con Daniele (le sue foto con Elmo e ascia ormai hanno fatto il giro del web, quindi non sto a postarvele). Buon ascolto!


sabato 2 aprile 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 008: l'Illustratore colpisce ancora.


Siamo all'ottava puntata, scaricabile GRATUITAMENTE qui, e anche questa volta parliamo con degli illustratori. Ringrazio di nuovo i miei ospiti, Rita Micozzi, Andrea Tentori Montalto e Sergio Giardo per essersi sottoposti a questa gogna "mediatica" e aver accettato di presenziare. 

Ah, tranquilli: le magliette "sono stato cazziato da Sergio Giardo" sono attualmente in fase di produzione. Verranno vendute a prezzo di costo, quindi non intendo lucrarci sopra. Presto in fumetteria. 

BUON ASCOLTO!


venerdì 1 aprile 2016

Quattro lettere...

Fisso l'orologio ed è tardi, ma non ho sonno. Leggo un po', cerco in Benni prima, in Adams e Hornby poi la forza di cadere tra le braccia di Morfeo. Ma come ormai mi capita da un po' di tempo non riesco più a dormire bene, così mi alzo dal letto, rassegnato all'idea che ormai non riuscirò più ad addormentarmi, prendo l'iPod, metto su una canzone casuale e tocca ai Foo Fighters. Accendo il pc, staccando internet... che se leggo di un altro test nucleare nord coreano e della corsa di Trump alla presidenza degli U.S.A. inizio a ricoprire di piombo la casa. Mi affido alla voce di Dave Grohl, mentre le parole di Long Road to Ruin percorrono le cuffie per arrivare alle mia testa, iniziando un loop che non era programmato, colpa di questi schermi moderni.

giovedì 24 marzo 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 007: una serata con l'illustratore.




Puntata caricata in ritardo, rispetto al previsto, ma considerati i recenti eventi, ho deciso di posticipare l'uscita della settima puntata di Radio Gandalf come forma di rispetto nei confronti delle vittime e dei parenti delle recenti tragedie in Spagna prima e in Belgio poi.

La puntata di oggi è la prima di due dedicate agli illustratori in Italia. Ringrazio nuovamente i miei ospiti, Andrea Piera Laguzzi, Diego Martinelli e Fabio Porfidia per aver partecipato a questa puntata di Radio Gandalf. Ricordo che adesso la puntata si può scaricare al a questo link tramite Mediafire. Se non avete tempo e voglia di seguire tutto su YouTube, avete qui la soluzione pratica. 

Buon ascolto!

lunedì 14 marzo 2016

Plesiosauri sull'orlo di una crisi di nervi.



L'orologio digitale a forma di T.A.R.D.I.S. segna le tre del mattino, quando una canzone degli Who proveniente dal mio cellulare mi strappa dai sogni. Credo fosse qualcosa su Rosabell Laurenti Sellers che mi consegnava il premio Nebula, cosa impossibile: niente di mia proprietà intellettuale è stato pubblicato negli USA e lei non credo consegnerebbe mai un premio vestita come di Tyene Sand.
I'll tip my hat to the new constitution
Take a bow for the new revolution
Smile and grin at the change all around



Tiro giù un paio di santi dal paradiso mentre brancolo nel buio, cercando di arrivare alla scrivania dall'altra parte della stanza, dilatatasi inspiegabilmente per qualche fenomeno fantascientifico fino all'inverosimile. Finalmente arrivo: tolgo il cellulare dalla sciarpa da stadio in cui lo avevo avvolto per non sentirlo vibrare (ancora adesso non stacco la vibrazione per paura di dimenticarmene definitivamente), premura inutile visto che devo aver inavvertitamente premuto un tasto del volume, e guardo il responsabile di quella chiamata: "Mur di Plesio" recita il cellulare, accompagnato dal volto severo del plesiosauro/mascotte/editor ufficioso della casa editrice che ha avuto la (s)fortuna di pubblicare i miei romanzi.

"Pronto?" chiedo, intontito dal sonno (e dal sogno...)
"MA CHE CAZZO SCRIVI, DEFICIENTE!?".

sabato 12 marzo 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 006: un anno senza Sir Terry Pratchett



Chi ha avuto la sfortuna di imbattersi in questo blog sa quanto Sir Terry Pratchett sia stato importante per me, tanto per le ore di lettura passate sui suoi libri, quanto per la mia formazione di scrittore. Già molti anni fa la notizia della sua malattia aveva colto impreparati la maggior parte dei fans, ma l'autore, con quello spirito incrollabile che l'ha contraddistinto fino all'ultimo istante, aveva prontamente cercato di rassicurarli. Credo che poche persone al mondo siano in grado di usare il termine "ottimismo" in quella situazione. 

La "leggerezza" con cui lui si è approcciato a questa situazione è stata tale che per lunghi tratti quasi non mi ricordavo della sua malattia. Era il 2014 quando la maggior parte di noi fans di Sir Terry ha iniziato a temere per la sua salute in modo concreto: la notizia della sua assenza alla convention annuale su Mondodisco, un evento che lui in condizioni normali non si sarebbe mai perso, era la prima avvisaglia di quanto sarebbe successo un anno fa. La morte di Sir Terry è stata quasi ignorata nel nostro paese, quando secondo me parliamo di uno degli uomini che ha donato più lustro e importanza a questo genere così negletto, utilizzandolo nella sua forma più pura, quella di una splendida satira della nostra società. 

La scelta di dedicargli una puntata è parsa naturale. Nonostante alcune difficoltà tecniche, nello specifico dovute a una connessione saltellante, siamo riusciti a registrare un episodio che definirei "intenso", senza indulgere nelle lacrime, per il quale ringrazio sentitamente le mie ospiti, Flavia Gattiglia ed Elena Ghiglione. Credo fermamente che Sir Terry volesse essere ricordato così: con affetto ma senza dolore, ricordandosi solo della gioia donata dai suoi romanzi, dalle risate che un Bagaglio psicopatico può donare, di come un gruppo di guardie cittadine possa diventare protagonista assoluto di una serie di romanzi, della genialità di una personificazione antropomorfica capace di donare perle di assoluto umorismo. Nel corso di questa puntata abbiamo parlato anche degli altri lavori di Sir Terry, poiché ci si dimentica spesso del suo lavoro come scrittore per bambini, delle sue pubblicazioni di carattere scientifico e divulgativo. Perciò, se siete disposti ad ascoltare una puntata sponsorizzata dal vecchio Dibbler, salite a bordo.

La puntata, oltre che su Facebook e YouTube, è da questo episodio disponile anche tramite Mediafire, dove sarà possibile scaricarla gratuitamente.

mercoledì 2 marzo 2016

The Shannara Chronicles: Worst 10

Si dirà così? Worst 10? Flop 10 era già preso.
Il 2016, quanto a serie TV, non poteva iniziare peggio. Tra quanto ho dovuto subire, per prima cosa, c'è stata la notizia dell'addio di Moffat a Doctor Who: perdere in una sola stagione sia lui che Capaldi, è una mazzata. E poi qualcuno mi ha consigliato di vedere The 100, sostanzialmente il signore delle mosche coi ragazzini del liceo al posto dei ragazzini. Beh, Black Sails non è male, vero, ma avendo letto l'Isola del Tesoro non m'è passato nemmeno per l'anticamera del cervello che Billy Bones fosse morto nella prima stagione. Se non altro Netflix ha caricato Trigun, cosa che mi ha resto molto felice. Ma c'è il discorso per cui Zoey Deschanel ha temporaneamente (si spera) mollato New Girl, quindi c'è da piangere. Ho dimenticato qualcosa? Ah... sì... Shannara...

lunedì 22 febbraio 2016

Paesaggio primaverile con Fiera Folle


Ci sono regole fatte per essere violate. Per esempio? Una volta tanto nella mia vita arrivo a Modena e non piove! L'altra è quella della sveglia: vuoi dormire fino a mezzogiorno, per una volta, considerato che ti sei messo in viaggio preso il sabato con una sveglia alle 4 e hai dormi poco perché c'era un Plesiosauro che dormiva accanto a te non voleva spegnere la luce per dormire? Anche se per una volta la gatta decide di lasciarti in pace, il risultato è sempre lo stesso. Una Yorkshire Terrier di quattro chili pensa bene di svegliarti alle sei del mattino, ululando come una cucciola di coyote per dimostrare la sua disapprovazione all'idea che una felina grigia le abbia occupato la cuccia.

lunedì 15 febbraio 2016

Gandalf Web Radio 005. Speciale Modena Buk: di editoria, di social e altre sciocchezze



Quinta puntata, quella che, nei progetti iniziali, doveva chiudere Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) ma che invece mi ha convinto a proseguire, almeno per un po', questa gratificante esperienza. Oggi, ospite il sommo, l'unico, il Grande Mur di Plesio e un meraviglioso ritorno sulle nostre (inesistenti) frequenze!

Buon ascolto!

domenica 31 gennaio 2016

Gandalf Web Radio 004: lo Zen e l'arte della Fantascienza in Italia.




Nuovo episodio di Gandalf Web Radio! Quest'oggi, siamo in compagnia di Sergio Giardo, Stefano Andrea Noventa e Andrea Viscusi per parlare della fantascienza in Italia e non solo! Alla prossima!

sabato 30 gennaio 2016

"Sul ponte sventola bandiera bianca" e teoria bonus sullo scemo del villaggio.

Ok, mi ero ripromesso che tra le tante cose che volevo fare nel 2016 c'era anche questa. Diventare più social e cercare di avere una mentalità più aperta. Questo non implica che mangerò mai un kebab, parliamoci chiaro, o che vedrò i film di Zalone o altre cose al limite dell'immoralità. Implica come molti sanno, che ora mi trovo anche sul Libro delle Facce.

domenica 17 gennaio 2016

Gandalf Web Radio 003: L'epopea Tolkieniana dalla carta al cinema

Parte 1

Parte 2

Doppio video per la terza puntata di Radio Gandalf! Ospiti, quest'oggi, Angelo Berti, Diego Martinelli e Roberto Fontana. Si parla del Professore, si parla di Tolkien e si ricorda ai bimbiminchia in ascolto sulle nostre frequenze che l'Archengemma NON è un dannato Silmaril!

Buon ascolto!

venerdì 15 gennaio 2016

Su "La battaglia di Campocarne" e il moneygrabber.


Non molto tempo fa questa era una "non recensione". Non volendo dare spazio a recensione sul mio blog ho fatto un passo indietro e spostato la parte tecnica della recensione su aNobii. Vi rimando qui, spero la troviate utile.

Perché tutto è Karma, dannato e potente Karma. Con la K maiuscola, perché si parla di una forza potente, e come tale va trattata. Metti caso che s'incazzi: le cose possono complicarsi. E la mia situazione attuale non me lo permette.

Nello specifico, quello che sto per fare nasce da un eccesso di hybris. Dalla sicurezza con cui ho sfidato la sorte e un certo amico. Anche perché quando scommisi sull'identità di un certo cattivo di una certa saga da poco tornata al cinema, sapevo di perdere. Ma l'ho fatto lo stesso. Quella sera stessa, "l'amico" mi consegna il regalo di Natale e mi svela la punizione. "Dovrai fare una recensione" mi dice.

venerdì 8 gennaio 2016

The Shannara Chronicles: 01x01-02. Sesso, droga e idiozia.


Ecco che inizia forse l'esperimento più ardito della mia vita: vedere quello che si annunciava come un  disastro per averne conferma o, al contrario, ricredermi. Sarà riuscita MTV, dopo lo schifo assoluto di Teen Wolf, a disgustarmi ulteriormente? Scopriamolo!