Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

venerdì 8 gennaio 2016

The Shannara Chronicles: 01x01-02. Sesso, droga e idiozia.


Ecco che inizia forse l'esperimento più ardito della mia vita: vedere quello che si annunciava come un  disastro per averne conferma o, al contrario, ricredermi. Sarà riuscita MTV, dopo lo schifo assoluto di Teen Wolf, a disgustarmi ulteriormente? Scopriamolo!


Iniziamo con una bella carrellata di immagini riguardanti il mondo post apocalittico in cui si svolgono le vicende. E come faceva notare Sonia in Radio, che cacchio, neppure iniziamo che qua ci ritroviamo nel bel mezzo di un disaster movie degno dell'Asylum: quello che fa strano? Ci sono parobole fregate al progetto Seti, superstrade, edifici e altre robe messe insieme senza molto costrutto. Se volevi ricreare un paesaggio post apocalittico, secondo me, hai sbagliato. Qua sembra un presepe messo insieme alla "speriamo in Dio" fatto da un bambino delle elementari.

Che poi sta parabola con cui Molder cercava di farsi ridare la sorella l'hanno spammata talmente tanto che pure mia nonna ormai la riconosce e si chiede se non ci sia altro da far vedere in TV.
Dopo una bella veduta in volo della città elfica, un bel posto per il prossimo test Nord Coreano. (notare il gran numero di lampioni che si scorgono per le vie, grazie) entriamo nel vivo della vicenda.


Manco il tempo di trattare con le elfe che avviane la TRAGEDIA! Inseguimento nella notte con una ragazza legata e bendata, che vuole sfuggire al fidanzanto con gusti troppo hardcore per lei!

"Quando ha detto che voleva sperimentare dovevo dire no!"
Ah, no, è solo Amberle-coi-leggins... peccato, poteva farsi interessante per una certa fascia di pubblico, specie per quello giapponese. La tizia, che dalla faccia mi sembra la companion del dodicesimo Dottore, quindi una che ispira molta simpatia, ci dice che è troppo tardi, la mattina dopo ci sarà la gara e solo i primi sette classificati diventaranno Eletti...

WTF!?

No, ok, non leggo le Pietre Magiche da circa cinque anni, ormai, ma questa parte non me la ricordo. Una fottuta gara di corsa, bendati e legati per eleggere gli Eletti!? Ehi, poi ci lamentiamo delle scelte fatte in Italia! Sarebbe come mettere una laureata in giurisprudenza a fare il ministro della Salute!... ah no, scusate...

Si va alla gara, con Amberle-coi-Leggins (grazie Sonia) che si dirige al punto di partenza con l'amica che si chiama Catania... immagino l'adattamento italiano che feste farà. Partecipando al Gauntlet (sic!) finirà per andare contro mille e mille anni di tradizione elfica! E qui abbiamo anche la dimostrazione che gli elfi hanno problemi di quote rosa! Le donne non possono partecipare al Gauntlet (sic!). Intanto ci mostrano l'architettura elfica: 
 

...un cazzo di grifone? Ohe, ma ce la state mettendo tutta per risultarmi antipatici! Son cose che non son cose (passata bene l'Epifania, comunque? A me la Befana ha portato i doni prima).

E parte lo scandalo: Amberle-coi Leggins sta violando migliaia di anni di tradizione elfica! Una vergogna! Questo è conflitto d'interessi! Inizi così, poi diventi presidente del Consiglio Elfico, il che spiegherebbe molte cose su questo popolo di stronzi con le orecchie a punta! Intanto si scopre pure che questa ha un inciucio col tizio contro cui gareggia, uno che pare selezionato dal catalogo di modelli D&G. Amberlee carissima, ho brutte notizie. Stai puntando sul cavallo sbagliato, questo qui preferirebbe uscire con Wil, come tutti gli elfi che si rispettino. Fatti due domande sul gran numero di lampioni da quelle parti (chi la capisce ha la mia stima imperitura).

 

Amberle non ci sta ma il modello D&G è irremovibile: per partecipare al Gauntlet (sic!) i partecipanti fanno di tutto! Imbrogliano, bestemmiano, giocano il pallone quando ti sei fermato perché uno dei loro era a terra, sputano in faccia alle vecchiette e si soffiano pure il naso con le dita! E dopo nemmeno si lavano le mani! Ma lei non ci sta: parteciperà e la farà vedere a tutta quella società razzista elfica, che ha avuto donne generali, ministre, ma mai Elette! Tutti sui nastri di partenza, allora, che si corre! Per complicare le cose liberiamo nella foresta un gruppo di gnomi messi a pane, acqua e palinsesto di canale 5 per una settimana, per simpatia.

MTV ringrazia J Ax per l'amichevole partecipazione

Il fidanzato, da vero signore, getta a terra Amberle dopo tre secondi, ma lei fa la rimontona! Attorno a lei ci sono elfi che prendono crocchie epocali sulla faccia, altri falciano le gambe e martellano le palle altrui, mentre va avanti la gara. Ed eccola, l'Eterea, la vera protagonista di questa storia...

...e l'unica che fin qui abbia mostrato un minimo di personalità!
Amberle ce l'ha quasi fatta, ma il figlio illegittimo di Jimmy Snuka la placca come un giocatore di rugby e la butta a terra. Che in quelle condizioni, con l'agonismo e gli ormoni a mille è pure disdicevole per il controllo nascite. Si rotolano per un po' nel fango, lei gli fa lo sgambetto e gli dà una puntata allo sbarabaus e via! Amberle diventa AmberLee!

Settima classificata, è un'Eletta! Un tripudio di miccette che in cielo compone la scritta "Elfo cantante" che sta a significare lo scorno di quei fottuti demoni matusa che li aspettano dietro l'angolo!

Parte la sigla, che mi fa rimpiangere un casino quella di Game Of Thrones, una roba pop riciclata da altri telefilm MTV, e poi si passa ad altre vedute di bibini, con cori ingiuriosi provenienti in maniera misteriosa da Sud, mentre a Nord si addensano fumogeni e c'è gente che urla per farsi ridare le maglie dai partecipanti sconfitti del Gauntlet (sic!). A Sud volano rubinetti, a nord seggiolini e cesti dei rifiuti. Uno spettacolo indecente. E mentre la folla proveniente da nord inizia a bruciare i cassonetti, rilasciando polveri sottili da far invidia a Milano, deve intervenire la polizia elfica con manganelli di caucciù e idranti ad alta pressione per sedare la rivolta, bersagliando i manifestanti con frecce di gomma per portlarli a una caserma vicina. E divertitevi, se ci riuscite.

Si entra nella sala del trono, dove il re elfo sta aspettando. La faccia di Davies è del tipo, ma-chi-minchia-me-l'ha-fatto-fare-di-mettermi-le-orecchie-di-gomma. Alla vista della nipote, dentro di sé, tira giù un paio di divinità dall'altare, e pensa alla prossima battuta di caccia allo gnomo, che i nani per qualche strano motivo non vuole toccarli... reminiscenze passate.

"Ma chi me l'ha fatto fare... a quest'ora stavo al Cairo"

Gli Eletti ricevano un mantello e un vitalizio di 5000€, e mentre un elfo con la giacca anni 80 applaude, ecco che il re spiega cosa sono venuti a fare lì: migliaia di anni prima, gli elfi lottarono contro un'armata di demoni e furono sul punto di essere annientati (una volta tanto i demoni avrebbero fatto qualcosa di utile), ma prima che potessero vincere, gli elfi usarono la magia per intrappolare i demoni nel Divieto, usando l'Eterea come argine. Ok, fin qui va bene, è le Pietre Magiche di Shannara, nonostante quella minchiata del Gauntlet (sic!) e se tralasciamo la tragica storia dei demoni che cercano di oltrepassare il Divieto sui barconi col re elfico del nord Salvinus che premeva per l'affondamento e la creazioni di campi profughi dall'altra parte del Divieto.

Il re dà l'ordine di appoggiare la mani sull'Eterea per essere accettati. Che per noi nani accettare un elfo è difficile, devi avere la cote giusta e affilare l'ascia come si deve, altrimenti sai che casino staccare loro la testa? Per un albero mistico è più facile. Amberle la tocca e ci resta malissimo.


Sballo liserico degno di Casaleggio, ritrovandosi a Taranto, ma con più verde pubblico, in cui ha le visioni di Richard Benson che  le urla di candidarsi con la lista di Ferrara, finendo poi rannicchiata in un angolo a piangere pensando che Eletta significasse qualcos'altro, non visioni ammonitrici di smog e morte.

Sullo sfondo lo stabilimento ILVA.
Salto di locazione, e un druido congelato si risveglia! Capita quando risparmi sul riscaldamento.

Più o meno quello che ho passato io a capodanno. Ma senza steroidi.
Allanon, che pare aver messo su trenta chili di muscoli mentre dormiva dopo l'ultima volta che l'hanno svegliato, si chiede A) chi gli abbia fatto l'iniezione di anabolizzanti mentre dormiva e B) se il suo commercialista in quei cinquanta e passa anni sia ancora vivo, che quando stai in coma per così tanto tempo le bollette e le tasse si accumulano, e a Paranor l'Imu costa un botto.

Si stacca ancora, finiamo in un posto un po' troppo soleggiato per essere Valleombra, che secondo me in realtà è la Val D'Aveto qui in Liguria, ma vabbé. Ci troviamo quindi di fronte all'efebico Wil, direttamente preso dalle produzioni della Disney, ma scartato come protagonista femminile per il prossimo Star Wars verso una scelta un pochino più virile, e ... cacchio questo tizio che sembra Diego Abatantuono sarebbe FLICK!? IL MIO AMICO FLICK? QUELLO SEMPRE SCAZZATO E SARCASTICO CHE SI ARRAMPICAVA SUGLI ALBERI USANDO UNA PASTA ABRASIVA!?

Ma non c'è tempo per distrarsi. Wil è andato fino al villaggio vicino per comprare gli oppiacei per la madre, ma lo zio gli rivela che ormai è troppo tardi. La madre moribanda gli regala le Pietre Magiche... dicendo che CREDEVA CHE IL PADRE FOSSE PAZZO E UBRIACONE!? WFT 2!? No, vabbé, qua mi prendete per il culo, dico sul serio.

Fermi un secondo, però. Shea, che dovrebbe essere vivo, non si vede: e la dinamica della cosa mi fa pensare, seriamente, che qui abbiano saltato un passaggio generazionale e che nel telefilm... Wil sia figlio di Shea!? Quindi Shea secondo il figlio era pazzo! Meraviglioso, mi stavi sulle balle, caro Shea, ma almeno la pazzia ti dà quello sprint in più! Empatizzo con te per aver avuto un figlio così eccezionalmente coglione!

Wil, che voleva la PS4, ci resta malissimo, pensando perciò di mettersi il cuore in pace e a quanti soldi farci con quelle tre pietruzze. Che Panamon Creel magari fa ancora il ricettatore, vallo a sapere, con quelle e qualche gioco usato ci escono console, secondo pad e pure Uncharted 4, dai.

Prima di morire, la madre gli raccomanda di trovare il Druido, poi stramazza, in una scena che ha la stessa intensità di una vecchia signora in coda alle poste mentre parla del tempo e sbraita contro i neri. Dopo averla seppelita, Wil chiede allo zio se ha già visto le pietre.

"... com'era recitare accanto a Massimo Ferrero?"
E lo zio è lì lì per bestemmiare, chiedendosi perché non poteva starsene a casa sua, lontano da quel decerebrato che suo fratello gli ha lasciato da accudire. Dice che la madre doveva seppelire quelle pietre dopo la morte del padre, perché l'avrebbero portato alla follia dopo il loro utilizzo.  Eh... son cose, vatti a fidare della magia elfica.
Dopo una breve scena nella capitale elfica e un dialogo inutile tra AmberLee e il modello D&G, dove questo dimosta l'acume della razza elfica convicendosi che questo...

Certo,ti assomiglia proprio amico...
... sia un suo ritratto, torniamo a Wil, che sta ancora spulciando la rubrica del piccione viaggiatore per trovare qualcuno disposto a prendersi quell'acrocchio elfico ereditato dalla madre vajassa e dal padre pazzo. A quel punto meglio lasciare pure Zio Flick Abatantuono per andare a Storlock, in mezzo agli gnomi, e diventare guaritore. Metti caso che a Valle Ombra (se quella è una valle...) serva qualcuno capace di curare qualcosa in più di un livido, fai abbastanza soldi pure per prendere la XboxOne.

E via verso il tramonto!

E mentre Wil parte e il mondo finisce, gli elfi festeggiano! Massa di stronzi ipocriti! E poi sono i nani ad essere casinisti, ma che scherziamo!? Amberle, che continua a cambiarsi abito per mettersi roba sempre più appariscente, qui si presenta con un sobrio completo a schiena nuda e scosciata, ragazza mia se cerchi di arrivare alla copertina di Playelf sei sulla buona strada.

Sono il solo a pensare che quel tizio sulla destra abbia la faccia del maniaco sessuale?
Entra nella sala, e tutti si voltano verso di lei e le sorridono. Manca solo qualcuno che inizi a fischiare e un gruppetto che attacchi il coro"Ollelé! Ollalà!" poi il quadro è completo.

"Amici influenti, da Roma. Gente del parlamento".

Ma lo zio, con la giacca retaggio del suo passato come conduttore di Colpo Grosso, la salva! Parlano allegramente. La coerenza di Amberlee qui è splendida: ci sono i demoni alla porta, ho visioni di morte e dell'ILVA di Taranto? Ma chi se ne fotte!? Ubriachiamoci, piuttosto! RAPE PARTY TONIGHT! Occhio che il modello di D&G ha messo il rufilin nel bicchiere dello zio... UNA NOTTE DA LEONI, ECCO COSA TI ASPETTA! 

Ah, e complimenti anche per il sonoro, amici di MTV. Anziché una festa elfica, sembra che lei stia entrando nella palestra del liceo per il ballo scolastico. In fondo non dovevo aspettarmi niente di diverso da una rete che ha fatto scuola su cose del genere, nevvero? 

Il re cerca, in mezzo a un branco di debosciati con le orecchie a punta, la compagnia dell'unico essere veramente intelligente, il cane. Cosa che dimostra la sua intelligenza.

Più conosci gli elfi, più apprezzi i cani. Specie se una volta eri un nano.
Intanto Amberlee ha di nuovo le visioni. Quando compri la ganja dagli gnomi capita che l'effetto sia ritardato. Torna dall'Eterea, e lì altra visione in cui vede il fidanzato moribondo, dopo avergli messo quindici centimetri di acciaio nel ventre! Auguri e figli maschi, eh?

"Perché? Ho visto come guardi mio zio, stronzo!"
Il fidanzato arriva, e qui c'è la rivelazione!
"Ti ucciderò!" e, per convincerlo, gli rifila un bel colpo di elsa in piena faccia! 
 
Primo appluaso della serata per la futura covergirl di Playelf!
 Così per convincerlo a lasciarla andare perché non vuole ucciderlo... rischia di ucciderlo!? WTF 3!!!

Questo è amore! Questo è vero amore!
E via alla fuga! Nel bel mezzo del prom rape party della festa? SCANDALOSO!!! Sai quanto costa il Lembas oggigiorno!? Ci sono gnomi che muoiono di fame, là fuori! E troll che non riescono a nutrirsi perché gli gnomi sono troppo magri! Stronzetta ingrata!

Wil, intanto, continua il viaggio, durante il quale ha condiviso qualcosa in più dei chilometri e del cibo col cavallo, tanto da parlarci come se niente fosse. Deve prendere la strada più lunga, segnalata da invitanti segnali con teschi e avvertimenti di morte, e qui viene aggredito da un coso che non so bene se sia un troll o un cosplayer mancato di Bane.

Perché il protagonista di un brutto fantasy finisce sempre in un posto dove ci sono segnali fatti con le ossa e non se ne va?

I troll, nelle Quattro Terre, amano molto i cosplay, specie quelli a tema steampunk.
Ma salvarlo arriva la simpaticona, Eretria! Uno dei personaggi femminili col più alto fattore Z nella storia delle letteratura di genere, che con pose badass degne del principe Elric, si mette a guardare il futuro marito maledicendo Brooks per averla destinata a un simile bimbominchia.

Con la faccia e il tono di voce di una che pensa "Stasera ci si diverte", Eretria guarda Wil, domandandogli se sia scemo. Senza mezzi termini. Sorella, oggi ti ho appena rivalutata! Per la prima volta nella storia, la versione televisiva, riscatta quella cartacea!

Credevo che gli elfi fossero furbi, gli dice.
 E Wil? Come reagisce?
Benino, dai.
Altro stacco elfico, dove il modello di D&G, scoperto che l'Eterea fa sballare, prova a dare pure lui una tastatina, ma senza successo... ehi, come succede nella vita vera! In quel momento entra nella stanza il principe con la giacca di Colpo Grosso e mette il modello spalle al muro, ma proprio quando questa stava ringranziando la madre di tutti gli elfi, lui se ne va, lasciandolo molto deluso.
Cose che succedono.

Ah! Stupro! Stupro!
Si torna a Wil ed Eretria, con la nomade che sembra godersi parecchio la compagnia dell'algido mezz'elfo, mentre strani rumori si odono nella foresta e i due discutono se l'essere mezz'elfi implichi anche mezzo cervello.

Si torna dagli elfi e... STOOOP!!!

Ok, mi sono rotto di questi cambi di luogo continui! Ma portare avanti queste scene per più di tre minuti è così sbagliato? 

Vabbé, i minchioni elfici scoprono che l'Eterea è malata. Ed è il panico: l'albero sanguina come la reliquia di San Gennaro, e la borsa crolla, l'inflazione s'impenna e annunciano la nuova stagione di del Grande Fratello e uno spin off su Jar Jar Binks!
 

Il re elfo si chiede perché sia finito a fare da monarca a un popolo di idioti, e tutti cercano disperati una soluzione che non implichi l'aumento delle tasse, quando Allanon arriva nella stanza!

"Metti giù la spada, minchione di un figlio!" urla al re, dopo che il ragazzo ha chiesto come abbia fatto a superare la guardia. Sì LA guardia. Una. C'era un solo guardiano davanti alla sala del trono.

Cazzo! Roman Reigns!
Il re elfo lo accoglie, dice che è l'ultimo druido e il figlio vuole una magia. Al che Allanon gli fa sparire il portafoglio e se ne va al santuario dell'Eterea, mentre il vecchio re pensa "Se Allanon è qui, ci attendono giorni bui". E parte la grattata generale in tutta la città.

Salto da Wil ed Eretria, arrivati a casa di lei, dove la ragazza, gentilmente, chiede al mezzelfo di togliersi i vestiti.

IL VERO AMORE ESISTE!!!
E una volta dentro lui lo fa sul serio! Ma farsi due domande, no? Dopo averlo spogliato fa un movimento sospetto per versare il vino. E Wil non riesce a fare a meno di pensare "Stasera mi butto!".
Dio sia lodato, pensò Wil
Qua siamo a dinamiche degne di Suxband, gente. Ho visto cose peggiori solo in Eurotrip o simili. E mentre gli serve del vino, anche questo corretto con una buona dose di droga dello stupro, Eretria sfila a Wil il sacchetto con le pietre, cosa che porta, senza troppa logica, a QUESTO.

Quanto ti hanno pagato per questo, nonno Brooks? Nel frattempo lui fa il cascamorto, lei la gatta morta. Il risultato è che lui, per un motivo o per l'altro, si scusa. Capita Wil. Come diceva Tony, una volta ogni tre... Ma è lei a scusarsi... perché...


CAZZO, IL VINO ERA DAVVERO DROGATO!?

O sono un genio io, e ne dubito, o sono dei mimimmi gli sceneggiatori, il che spiegherebbe moltissime cose! Dopo la dose di rufilin, Wil crolla ed Eretria gli frega le pietre. Non dire che non ti aveva avvisato: ti ha dato dell'imbecille, ti ha dato dell'ingenuo, e tu, per darle torto in tutto questo, tu erede di Jerle Shannara, figlio dell'uomo che ha distrutto il Signore degli Inganni, ti sei fatto fregare come un ingenuo imbecille! Le Quattro Terre sono in buone mani!

E intanto, di nuovo, Allanon dà la bella notizia. "L'Eterea sta morendo e voi siete dei minchioni".  Anche se la seconda parte è solo sottintesa.


 "Radunate l'esercito elfico, o qua finite tutti zampe all'aria".

E le foglie cadono, ogni foglia un demone, e il primo a sbarcare nelle Quattro Terre, nonostante l'opposizione di Lega Troll e l'operazione MareMonstrum, è il Dagda Mor! Che, nonostante tutto, ha un design azzeccatissimo. 

Il vero re di questa trasposizione!
 Un briciolo di speranza?

Macché: subito dopo ci becchiamo Wil che si risveglia, nudo e infreddolito nella vasca da bagno. E posso solo immaginare quanto sia imbarazzante stare col belino fradicio mentre un ex orco e gladiatore ti punta addosso una spada. Allanon lo ha raggiunto, non so come (ma quanto cacchio è stato svenuto?) e gli intima di rivestirsi, dandogli dell'idiota.

Urlo molto virile Wil, complimenti.
Se ho contato bene è il terzo a notare questo particolare.

Alla fine ci arravi anche lui, tranquilli.
Allanon si domanda per quale cacchio di motivo gli sia capitato un tale imbecille da accudire, tanto che Shea, Flick e Menion Leah, che era pure un gran casinista e il venerdì sera andava a cercarsi le sirene delle Paludi della Nebbia per sollazzarsi un po', a confronto gli sembravano molto più semplici da trattare. Alla fine lo convince a partire, assicurandogli che lo iscriverà al corso di magia Speedy Magic. Wil, che da tempo gli amici chiamano la Belina per sottolineare la sua innata intelligenza, accetta.

Nel frattempo cadano le foglie, e viene fuori il Camaleonte! Che si era rotto di dare la caccia a quel tizio col costume attillato e gli occhioni bianchi! Se nel libro era quasi indistinguibile, qui si presenta come una tizia nuda! Qualcuno ha richiesto del fanservice facile facile!? Al tavolo 3, grazie!

Eh grazie, eh? Rosabell Laurenti Sellers non era disponibile?
E chiamalo scemo il Dagda Mor. L'amore è cieco, ma qui fa pure un po' schifo. Così, dopo essersi limonato il Camaleonte, gli affida il compito d'infiltrarsi a Arbolon e uccidere gli elfi. Vai, fa qualcosa di utile.

Lo fa sul serio!!!
La scena si sposta su Eretria, che dopo Wil incontra Amberlee! Ed essendo una ragazza di mondo, pensa potrebbe pure sperimentare un po' con l'elfa, già che c'è. Altra dose di droga da stupro nel bicchiere delle ragazza, sarà stupida come Wil?

"E lo chiami un Martini, questo!?"
  Pare di no! E poi s'incazza e tira fuori il coltello! Daje, perfettina! CAAAAAT FIIIIIGHT!!!!


Le due si sputano addosso sentenze per un po' ("Ipocrita!" "Bugiarda!" "Vajassa!" "Gatta Morta!" "Vrenzola!" "Bagascia!" "Zoccola! "Bottana industriale!") finché Amberle ha un altro trip mentale e decide di scappare, non prima di aver fregato cena e cavallo a Eretria. 

Nel frattempo Allanon deve trascinarsi ancora dietro quell'idiota di Wil. Mentre pensa non tanto a come, ma a quale veleno infilare nella sua cena per liberarsi del mezzelfo, arrivano a Paranor... che sembrerebbe essere in Arizona. O giù di lì.

La Croce di Coronado credo sia da qualche parte in una di queste gallerie.
Wil fa il bullo, dice che è un rudere, tipo quei turisti italiani che ad Atene, di fronte all'Acropoli, si lamentano per aver pagato il biglietto d'ingresso per quattro sassi. Storia vera. 

Puro odio in quello sguardo
Al che Allanon lo prende a sputi, gli dice di avere rispetto, e racconta che quel luogo era il centro delle Quattro Terre e una terra sacra. E qui inizio ad amare il personaggio di questo Allanon. Perché fosse stato chiunque altro, si fosse chiamato in una maniera diversa, sarebbe stato fantastico. Ma visto che questo qui non c'entra niente con la controparte letteraria, navighiamo ancora in acque agitate.

Wil, al contrario, mi causa un effetto opposto, riempendo ad ogni battuta la mia testa di immagini di elfi affogati nel loro stesso sangue e facendo venire il desiderio di affilare l'ascia per staccargli via la testa. Un pezzetto alla volta.

Dopo l'ennesimo, inutile stacco sui minchioni elfici, si torna a Paranor, alla ricerca del Codice che raccoglie tutte la storia magica delle Quattro Terre, incluso come salvare l'Eterea e far diventare meno scemi i mezz'elfi. E mentre Wil fa il cazzone e se ne vuole andare, Allanon s'incazza, mette su uno spettacolo pirotecnico, con tanto di vento magico che sconvolge la stanza.


Sfonda una parete e trova il codice.


Al che Wil, da buon bimbominchia, se ne esce con frasi argute come "La magia è reale", e "Saprò farlo anch'io?", al quale Allanon, intento nella lettura, risponde con sufficienza. Sia a tanto così dal "Bitch, please".

"E moh zitto, che devo leggere".


Allanon legge come far rinascere l'Eterea, ma a quel punto, proprio mentre Wil esulta e dice "Ehi, non c'è bisogno di un sacrificio umano!" (plaudo a quel trollone dello sceneggiatore) tutto si fa nero e il Dagda Mor entra a Paranor, atterrano Allanon come se niente fosse. Con una scena retaggio dei suoi anni da gladiatore, il druido cerca un affondo, ma la lama fa la stessa fine di una coalizione di sinistra dopo le elezioni.

E Allanon ci resta malissimo...
Sorpresa! Era l'ennesimo trip allucinogeno della giornata! Allanon annuncio che devono tornare ad Arborlorn in fretta, e Wil si chiede se non avesse ragione zio Flick Abatantuono sulle Pietre.

Cazzo, era meglio il Dagda Mor pensò Allanon.
Nella capitale elfica, intanto, il solitario modello D&G osserva l'Eterea, chiedendosi come mai a lui non procuri visioni, quando dietro di lui appare Amberlee! Gioia! Tripudio!
Qualche imbecille non ha capito subito che quella è il Camaleonte?


Beh, il modello di D&G non lo capisce. E dopo aver spifferato ogni possibile segreto militare al demone si becca quel famoso coltello nelle budella, restandoci malissimo all'idea di aver baciato qualcosa con gli occhi a specchio.

Frattanto Allanon torna in città, cosa che mi fa pensare che le Quattro Terre, in questa trasposizione, siano grandi quanto i giardinetti sotto casa mia. Gli dice che gli Eletti devano essere assolutamente protetti, pena l'Apocalisse. Di nuovo. E... SORPRESA!!!

Tutti colti da un lieve attacco di morte. Al che l'ultima rimasta è Amberle... abbiamo puntato sul cavallo sbagliato, signori. La ragazza, saggiamente, si è addentrata in buia e cupa foresta, che puzza di morte solo a vederla, cosa che ovviamente comporta incontri poco piacevoli...

Tipo i troll cosplayer.


E mentre il figlio del re elfo vuole dare la colpa agli gnomi, per dare un giro di vite alle severe leggi razziali che vigono nel suo popolo, Allanon gli dà un coppino così forte da fargli saltare i copriorecchie a punta (li hanno davvero!). "No, è stato il Dagda Mor! Che, tra parentesi, era pure un elfo". Il principe la prende bene. Manda fuori Allanon e gli altri dalla stanza e propone la sua geniale soluzione.

"E già che ci siamo diamogli la colpa dell'aumento delle tasse!"
Il padre reagisce dando al figlio dell'imbecille, cosa della quale eravamo tutti a conoscenza, ma che è sempre bene ribadire. Metti caso che qualche elfo non l'abbia capito. Ma il figlio insiste, gli chiede di abdicare (sic!) e di lasciar guidare lui, ma il padre lo sfancula alla grande.
"E bada che sta mano po esse fero e po esse piuma!"
Intanto Allanon dà a Wil il compito di cercare nella camera della principessa, cosa che il mezzelfo sembra gradire molto. Il vecchio druido è chiaro su cosa deve fare.
E glielo deve anche dire!!!
Amberle intanto si risveglia. E incontra, tra tutti gli esseri viventi che poteva incontrare nelle quattro terre sua zia! Di cui non ricordava minimamente l'esistenza nei libri!

A vabbé, ma la cercava.
"Zia, ti ho cercato, mi serve il tuo aiuto!" dice la covergirl. La zia, seria, annuisce "Chi è il padre?" domanda la zia che, pur non vedendo la nipote da secoli, l'ha subito inquadrata come si deve. Ma Amberle, dopo averla convinta che non è quello il motivo, con molta fatica, va detto, le chiede di darle una mano perché è convinta che sia stata colpa sua tutto il casino dei demoni, avendo partecipato al Gauntlet (sic!) e vinto. E ora chiede alla zia di rimediare i suoi casini. Nella migliore delle tradizioni di famiglia.

E intanto (di nuovo!) Eretria ha una discussione con un altro nomade, con tanto d'inquadrature che non rendono grande giustizia alla sua faccia.


 Dopo averlo preso a calci e fatto sanguinare, mentre è lì lì per strangolarlo, arriva papà Cephalo (un nome, una garanzia), un tizio che mi suscita simpatia a pelle, lo giuro! Dopo aver minacciato di venderla (sic!) lei baratta le pietre magiche con la sua permanenza nel clan.

Nel frattempo-tempo, gli elfi celebrano il funerale degli eletti. Almeno il loro vitalizio non graverà sulle casse dello stato. Dopo un breve scambio di battute con Allanon, che gli ricorda che da giovane era meno minchione di adesso, entra Wil il Belina, che tanto per cambiare s'è fatto beccare.


"Stava frugando tra la biancheria della principessa!" accusa l'elfa generale. 
"Sì, ma ho scoperto dove si nasconde!"
Il re, che sa quanto poco ci si possa fidare della sorella, inizia a preoccuparsi che quelle cose scritte nella toilette degli uomini sulla nipote siano vere. Allanon, che si ricorda (occhiolino) bene (occhiolino) della sorella del re, dice che andrà da solo. Subito dopo si corregge. Andrò da solo con Wil. Che un sedicenne in tempesta ormonale è l'ideale per queste missioni, veh!

L'espressione "Cazzo, no!!!" di Wil è eccezionale
"Nessuno deve sapere l'ubicazione della principessa!" dice Allanon. Il re si dice d'accordo, accarezzando il cane che, nel frattempo, mostra un lieve rossore agli occhi... lievissimo...

"Sempre meglio che lavorare per la Disney" (questa è sottilissima).
Nel frattempo, Eretria e il padre parlano delle pietre, e lì Cephalo dice di aver conosciuto Shea (sic!) e che se la figlia ritroverà Wil non la venderà... amore paterno, gente! Credevate fosse estinto?

Dopo un breve e inutile passaggio su Allanon, che ammette di essersi fatto la sorella del re, e dice a Wil che suo padre non era un ubriacone, si stacca su la zietta allegra, alla quale il druido legge la mente con un trucco Jedi. "La ragazza è alle cascate. Vai lì". E solo a sentire questa frase temo una roba da fratelli Vanzina. Allanon e Pyria ne approfittano per parlare dei bei tempi andati. Del fatto che per lei sono passati trent'anni, mentre lui è ancora bello e piacente. "Mi sono ibernato, spiega". No, davvero, il Sonno Magico viene descritto come "ibernazione". Bellissima scelta.


Nel frattempo il Belina è arrivato alle cascate, dove Amberle sta beatamente facendo il bagno. E vai di scena alla Vanzina.


A quel punto il caro Wil come reagirà? La sua ferrea morale gli avrà impedito di sbirciare?
Pare di no...
E mentre il Belina si gode lo spettacolo (e aspettiamo l'uso della telecamera col filtro dell'obiettivo a forma di spioncino) scivola, si spacca l'osso sacro e mette sull'attenti l'elfa che, accortasi della situazione, reagisce.


Scompare e Wil ci resta malissimo. Abbiate comprensione, e che roba. Ma con una mossa che aveva letto in Naruto ricompare alle spalle di Wil.

Due pugnali in questa scena, ma solo uno viene inquadato. E meno male, aggiungo!

"Chi sei, Belina?" gli chiede lei.
"Ma allora mi conosci!" risponde Wil, argutissimo.
"E non sbirciare!". Tanto quello che doveva vedere l'ha visto, cara.

Nel frattempo Allanon parla con la sorella del Re, spiega che essere Druidi è una vocazione, un po' come essere tifosi. Quando la partita chiama, tu devi andare allo stadio e beccarti freddo e incazzatura, che non si sa mai come finisce. Ma, proprio quando tra i due le cose paiono finire a tarallucci e vino CRAAACK! UN DEMONE!!!


Allanon è utile come un due di coppe con la briscola a bastoni e viene spazzato via, mentre la Furia inizia a pasteggiare con le interiora della zietta. A quel punto, pure Wil e Amberle si accorgono di quello che succede e corrono verso le urla.

Ma a voi cosa sembra quella? Perché certo non è un'espressione di rabbia...
"Ti proteggo io!"

E come no...

Ok, questo disastro annunciato sono i primi due episodi di Shannara. Cosa ne penso? (sospiro).

Partiamo da un dato assodato. Non c'entra (quasi) nulla col libro. Quello della trama è un punto focale: si sapeva che, generalmente, la trama sarebbe cambiata. Il discorso era quanto la si sarebbe cambiata e come. Se qualcuno pensava a una buona serie di fantasy classico, fedele al romanzo, scordatevela. Si è scelto di prendere la storia principale e dilatarla fino allo sfinimento, che fare le cose troppo simili al libro pareva brutto. O, forse, anche in quel caso di prestava poco, visto che le fasi iniziali de "Le Pietre Magiche" erano piuttosto veloci e poco adatte ad essere trasposte. La fedeltà al libro, anche nei prossimi episodi, ho l'impressione che resterà comunque un optional.


Fa schifo? Ni.

Insomma, parliamoci chiaro, niente che si possa definire bello, se lo standard bello, quando si parla di trasposizioni fantasy è il Signore degli Anelli o Game of Thrones, ma dopo Eragon e il film di D&D posso dire di aver visto di peggio, e le definizioni di schifo e brutto si applicano ad altro. Non raggiunge le vette di nulla cosmico dei primi episodi della Spada della Verità, cosa della quale siamo molto grati. Nel suo essere una minchiata, roba senza pretese e che resta ben distante dagli standard qualitativi di Game of Thrones, questo Shannara Chronicles è una simpatica minchiata, ha due o tre punti a favore: uso limitato e decente della CGI, la buona prova di Manu Bennett che, pur non avendo nulla a che fare col vero Allanon, è forse il personaggio meglio caratterizzato e godibile del telefilm. Il problema sono alcune scelte, tipo la musica pop messa nella sigla e in alcuni momenti a caso della trama che fanno assomigliare tutto alla solita cazzo di serie sui liceali americani in tempesta ormonale. Più che Shannara, in certi momenti, pareva "La vita segreta di una teenager americana". La cosa peggiore è Wil: stupido, ingenuo e irritante, a tratti fa urlare per l'odio che suscita. Se il Wil carteceo era un personaggio intelligente, persino astuto in certe occasioni, uno che nonostante fosse un fottuto mezz'elfo riusciva ad esseremi simpatico e farmi appassionare alle sue avventure, questo qui è talmente Belina da meritare di diritto un posto tra i peggiori imbecilli della storia fantasy mondiale. Si spera sia funzionale a una successiva evoluzione del personaggio, perché per ora è francamente poco sopportabile.

Un altro paio di punti che sono motivo di perplessità riguardano alcune soluzioni grafiche. Il modo di rappresentare i troll, per esempio, o quello di insistere così tanto sul fatto che le Quattro Terre siano il nostro mondo post Apocalisse nucleare, o ancora il modo in cui sono rappresentate Valle Ombra (non è una valle e non c'è ombra...) e Paranor (che ho sempre immagino come una fortezza nel vero senso del termine).

I fans più integralisti di Brooks probabilmente non apprezzeranno. Altri, come me, qualche punto a favore riusciranno a trovarlo. Alcune cose come la zia usa e getta, utile solo a dare una dimensione umana ad Allanon, sono talmente stupide da fare il giro e diventare geniali per contrasto. Tralasciamo la disdicevole ed eccessiva presenza di elfi a fronte della totale mancanza di nani. Che, dopotutto, mica era diverso nel libro.


Continuerò la visione? Probabile. Non è niente che mi abbia fatto scappare a gambe levate, ottanta minuti tutto sommato non spiacevoli, per una serie senza impegno. Continuerò con queste "riassuncensioni"? Vallo a sapere. Dipenderà dalla risposta dei frequentatori di questa pagine. Vedere una volta la puntata, passi. Vederla due volte, per poter dare un parere... no, grazie.

Ah, comunque tranquilli, fan dello zio Brooks!

Poteva venire il dubbio, in caso contrario
P.s. Lo so, il Doc è meglio coi suoi riassuntoni, ma seriamente, pensate abbia tempo da perdere con questa roba? Game Of Thrones resta ad altri livelli, per non parlare della notte insonne a mettere su il post. Abbiate compassione, che diavolo!