Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

giovedì 24 marzo 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 007: una serata con l'illustratore.




Puntata caricata in ritardo, rispetto al previsto, ma considerati i recenti eventi, ho deciso di posticipare l'uscita della settima puntata di Radio Gandalf come forma di rispetto nei confronti delle vittime e dei parenti delle recenti tragedie in Spagna prima e in Belgio poi.

La puntata di oggi è la prima di due dedicate agli illustratori in Italia. Ringrazio nuovamente i miei ospiti, Andrea Piera Laguzzi, Diego Martinelli e Fabio Porfidia per aver partecipato a questa puntata di Radio Gandalf. Ricordo che adesso la puntata si può scaricare al a questo link tramite Mediafire. Se non avete tempo e voglia di seguire tutto su YouTube, avete qui la soluzione pratica. 

Buon ascolto!

lunedì 14 marzo 2016

Plesiosauri sull'orlo di una crisi di nervi.



L'orologio digitale a forma di T.A.R.D.I.S. segna le tre del mattino, quando una canzone degli Who proveniente dal mio cellulare mi strappa dai sogni. Credo fosse qualcosa su Rosabell Laurenti Sellers che mi consegnava il premio Nebula, cosa impossibile: niente di mia proprietà intellettuale è stato pubblicato negli USA e lei non credo consegnerebbe mai un premio vestita come di Tyene Sand.
I'll tip my hat to the new constitution
Take a bow for the new revolution
Smile and grin at the change all around



Tiro giù un paio di santi dal paradiso mentre brancolo nel buio, cercando di arrivare alla scrivania dall'altra parte della stanza, dilatatasi inspiegabilmente per qualche fenomeno fantascientifico fino all'inverosimile. Finalmente arrivo: tolgo il cellulare dalla sciarpa da stadio in cui lo avevo avvolto per non sentirlo vibrare (ancora adesso non stacco la vibrazione per paura di dimenticarmene definitivamente), premura inutile visto che devo aver inavvertitamente premuto un tasto del volume, e guardo il responsabile di quella chiamata: "Mur di Plesio" recita il cellulare, accompagnato dal volto severo del plesiosauro/mascotte/editor ufficioso della casa editrice che ha avuto la (s)fortuna di pubblicare i miei romanzi.

"Pronto?" chiedo, intontito dal sonno (e dal sogno...)
"MA CHE CAZZO SCRIVI, DEFICIENTE!?".

sabato 12 marzo 2016

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 006: un anno senza Sir Terry Pratchett



Chi ha avuto la sfortuna di imbattersi in questo blog sa quanto Sir Terry Pratchett sia stato importante per me, tanto per le ore di lettura passate sui suoi libri, quanto per la mia formazione di scrittore. Già molti anni fa la notizia della sua malattia aveva colto impreparati la maggior parte dei fans, ma l'autore, con quello spirito incrollabile che l'ha contraddistinto fino all'ultimo istante, aveva prontamente cercato di rassicurarli. Credo che poche persone al mondo siano in grado di usare il termine "ottimismo" in quella situazione. 

La "leggerezza" con cui lui si è approcciato a questa situazione è stata tale che per lunghi tratti quasi non mi ricordavo della sua malattia. Era il 2014 quando la maggior parte di noi fans di Sir Terry ha iniziato a temere per la sua salute in modo concreto: la notizia della sua assenza alla convention annuale su Mondodisco, un evento che lui in condizioni normali non si sarebbe mai perso, era la prima avvisaglia di quanto sarebbe successo un anno fa. La morte di Sir Terry è stata quasi ignorata nel nostro paese, quando secondo me parliamo di uno degli uomini che ha donato più lustro e importanza a questo genere così negletto, utilizzandolo nella sua forma più pura, quella di una splendida satira della nostra società. 

La scelta di dedicargli una puntata è parsa naturale. Nonostante alcune difficoltà tecniche, nello specifico dovute a una connessione saltellante, siamo riusciti a registrare un episodio che definirei "intenso", senza indulgere nelle lacrime, per il quale ringrazio sentitamente le mie ospiti, Flavia Gattiglia ed Elena Ghiglione. Credo fermamente che Sir Terry volesse essere ricordato così: con affetto ma senza dolore, ricordandosi solo della gioia donata dai suoi romanzi, dalle risate che un Bagaglio psicopatico può donare, di come un gruppo di guardie cittadine possa diventare protagonista assoluto di una serie di romanzi, della genialità di una personificazione antropomorfica capace di donare perle di assoluto umorismo. Nel corso di questa puntata abbiamo parlato anche degli altri lavori di Sir Terry, poiché ci si dimentica spesso del suo lavoro come scrittore per bambini, delle sue pubblicazioni di carattere scientifico e divulgativo. Perciò, se siete disposti ad ascoltare una puntata sponsorizzata dal vecchio Dibbler, salite a bordo.

La puntata, oltre che su Facebook e YouTube, è da questo episodio disponile anche tramite Mediafire, dove sarà possibile scaricarla gratuitamente.

mercoledì 2 marzo 2016

The Shannara Chronicles: Worst 10

Si dirà così? Worst 10? Flop 10 era già preso.
Il 2016, quanto a serie TV, non poteva iniziare peggio. Tra quanto ho dovuto subire, per prima cosa, c'è stata la notizia dell'addio di Moffat a Doctor Who: perdere in una sola stagione sia lui che Capaldi, è una mazzata. E poi qualcuno mi ha consigliato di vedere The 100, sostanzialmente il signore delle mosche coi ragazzini del liceo al posto dei ragazzini. Beh, Black Sails non è male, vero, ma avendo letto l'Isola del Tesoro non m'è passato nemmeno per l'anticamera del cervello che Billy Bones fosse morto nella prima stagione. Se non altro Netflix ha caricato Trigun, cosa che mi ha resto molto felice. Ma c'è il discorso per cui Zoey Deschanel ha temporaneamente (si spera) mollato New Girl, quindi c'è da piangere. Ho dimenticato qualcosa? Ah... sì... Shannara...