Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

martedì 26 luglio 2016

Festa dell'Unicorno 2016: la Crociata delle Barbe ha inizio.


DISAGIO: quando realizzi che Sailor Mercury con la parrucca dell'Incantevole Creamy è uno dei cosplay più fotografati delle Festa dell'Unicorno 2016.
Ed eccomi qui. A ricapitolare, per la quinta edizione di fila, quanto successo nella mia tre giorni toscana. I lati positivi sono tantissimi. Ho incontrato Claudio Chiaverotti, uno dei miei sceneggiatori di fumetti preferiti, ho parlato col Re dei Nani, ho messo le mani sul Daitarn e usato un TARDIS, conosciuto la redazione di Stay Nerd. Insomma, Vinci concede sempre soddisfazioni, anche se sono stato escluso da Hogwarts per fare spazio a un tavolo (non potevo competere: quel tavolo è un eroe, sopporta Mur da molto più tempo di me).

Ma in mezzo? Una guerra. Una vera guerra con lo scopo dichiarato di distruggere, finalmente, la inutile razza elfica.


E dire che questa Vinci era iniziata un po' come tutte le altre, col sottoscritto che arriva in città, cappello di paglia in testa, maglietta di CM Punk indosso e ascia alla mano, desideroso di lottare per il nome di Plesio, cercando di sopportare la negatività che Mur mi vomita addosso. Quest'anno, lo stand Plesio, si fa particolarmente ricco di vita. Oltre a Mur e al fratellino Kiki, l'Editrice ha portato con sé anche Stefano Andrea Noventa e l'ospite d'onore della festa, niente meno che Sailor Mercury, che per quest'anno si è tinta i capelli per assomigliare alla sua idol preferita, l'Incantevole Creamy.

La mia ambizione era quella di fare una Festa dell'Unicorno "normale", per quanto normale possa essere fare una fiera fantasy, ovvio. Salutare i redatorri di Stay Nerd, con cui ho iniziato da poco a collaborare, conoscere finalmente uno dei miei soggettisti preferiti a livello nazionale, Claudio Chiaverotti, e fare due foto a quelle cosplayer che sono passate proprio ora, dietro l'angolo, cavolo com'è dura la vita dello scrittore...

Ince mi sono quasi subito trovato di fronte a questo scempio, che mi ha ricordato il mio ruolo politico. Quello di sostenitore della segregazione degli elfi (e in minor misura dei kender).

VENDITA DI BAMBINI! SIGNORI, GLI ELFI VENDONO BAMBINI UMANI!!!
Questo è il momento in cui decido che ne ho abbastanza. Bisogna agire, perciò, in qualità di Autoproclamatomi Profeta della Virtù Nanesca, bandisco seduta stante la Crociata delle Barbe, chiamando a raccolta tutti quegli alleati desiderosi di mettere insieme un esercito e andare a suonarle a quei dannati bastardi con le orecchie a punta. Se, durante la mia campagna di reclutamento, troverò il tempo di vendere qualche libro, la cosa sarà ben accolta, ma lo scopo primario è distruggere i fottuti elfi.

La prima giornata mi presenta già alcuni alleati. Dopo pochissimo tempo, i primi a rispondere sono ovviamente i fieri rappresentanti della stirpe nanesca. Quando c'è da fare guerra agli elfi, un nano non si tira indietro.

"Già che ci siamo un paio di libri di Frontiera ce li prendiamo"
Il primo patto di alleanza è stipulato, quando uno dei malvagi emissari degli orecchie a punta attacca. I viscidi elfi non si fermeranno di fronte e niente e nessuno pur di continuare il loro crudele traffico di pargoli umani, non esitando nemmeno ad allearsi con gli orchi!

BARUK KHAZAD!
KHAZAD AI-MENU!
"Ti mandano i dannati elfi, confessa!"
"Moh però... molla, eh!?"
Il ragguardevole coraggio dei nani ci ha concesso di vincere la prima battaglia, ma tutto questo non sarà sufficiente per distruggere la pazzia elfica. Abbiamo bisogno di più alleati, gente capace anche di smuovere le immutabili leggi della fisica!

"Io però voglio giocare a pallone, ne resto fuori!".
E mentre questo pusillanime nipponico si allontana e getta discredito sulla nostra intera Crociata e sul suo fiero popolo, inizio un giro di telefonate. Domando per prima cosa a Tiger Mask se se la sente di combattere insieme a noi, ma è impegnato in un handicap match contro Gamera e Godzilla, quindi non farà in tempo (l'handicap è per Gamera e Godzilla, beninteso).

Nel frattempo i dannati elfi non hanno perso tempo, mandando un assassino a uccidermi, in quanto mente pensante della Crociata e suo banditore.

Vili vigliacchi!
Sembra finita per me. Cerco disperatamente di difendermi con una copia di Nytrya come scudo e la mia ascia a offendere, ma il colpo inferto alle spalle sembra destinato a uccidermi. Quando ecco che la luce torna a risplendere su Vinci e un attacco magico annichilisce il Figlio di buona donna dell'Arpia, spazzandone via anche il ricordo.

Mi alzo, spolverandomi il cappellone di paglia e ringraziando, chiedendo al mio salvatore di partecipare alla Crociata.

"Il mio compito è solo di osservatore!"
Per quanto sia palese che servano persone dotate di poteri magici, non posso fare altro che accettare l'opinione dello stregone grigio, attendendo che qualcuno si palesi al mio stand per accettare la mia richiesta di alleanza.

Ed è allora che lo vedo. Rigor Mortis, il genio del male, il Signore Oscuro, è giunto a Vinci. Picchiando selvaggiamente un paio di goblin che hanno avuto l'ardire di rompergli il bastone!

"Una Crociata? Sto ascoltando..."
Il Signore Oscuro è malvagio e non accetterà un'alleanza senza ottenere nulla in cambio. Quando ecco che gli viene in mente l'azione più malvagia possibile. Fare un gavettone a Sailor Mercury! Rabbrividisco di fronte alla malvagità di queste quattro ossa. Chiedo a Sailor Mercury di prestarsi e lei, con molta coscienza, accetta. Sa che deve sacrificarsi per un bene superiore.

"Facciamo presto, però, che devo restituire la parrucca a Creamy!"
DISAGIO.
Alla fine, incassato il sì di Rigor Mortis, torno allo stand, certo che non sia finita. Infatti i dannati elfi hanno mandato un altro assassino a colpirmi.

"Lascia perdere la Crociata o questa copia di Questo non è un romanzo fantasy fa una brutta fine!".
Ammetto che qui mi sono spaventato. Queste vendette trasversali vigliacche, squisitamente elfiche, mi segnano nel profondo. 

Vado a fare un giro tra gli stand, domandandomi se sia il caso di lasciar perdere, quando vicino al banchetto degli alcolici (loro moriranno... non di sete, ma di cirrosi forse sì) incontro una persona che mi dice "Non farlo giovane! Io ho mollato una volta, e me ne sono pentito per almeno tre millenni".

"Quanto al liquore pure un re dei defunti deve bere per dimenticare".
Rinfrancato torno alla ricerca di alleati, e ne trovo subito una, che accetta di aiutarmi quando scopre che faccio parte della Resistenza. Quella contro gli elfi.

"Io partecipo, ma voi mi aiutate a trovare dei pezzi da rivendere".
Il primo giorno di preparazione alla Crociata si conclude in pari, tra nemici e alleati. Ma un nuovo giorno ci attende, e inizia subito con degli alleati potentissimi dalla nostra parte.

Alchimista di stato e Sampdoriano. Il sottoscritto ringrazia!
Il mio esercito inizia finalmente a prendere forma, ma i dannati elfi non si perdono d'animo. E lo fanno procurandosi alleati potenti e malvagi, quasi quanto loro. Nasce così un'inedita alleanza Elfi-Nazgùl-Casa Lannister, che minaccia di bruciare tutta Vinci, grazie a delle cariche di altofuoco posizionate strategicamente in diversi punti della città: la torre, la chiesa, il palco del cosplay, lo stand dei panini salsiccia e pecorino.
No dico, lo stand dei panini salsiccia e pecorino! Ma ci vogliono altre prove della loro malvagità!?
Capisco che devo spingermi più in là, portare questa Crociata a un livello superiore e forgiare alleanze che possano stroncare sul nascere l'elfica nequizia. 

Ed è quello il momento in cui LUI si palesa allo stand Plesio. Lo vedo parlare con Mur, sorridere al buon vecchio Plesiosauro come fosse un vecchio amico, scambiare qualche cazzottone con Sailor Creamy e, infine, voltarsi verso di me con una copia di Nytrya in mano.
"Una Crociata anti-elfi? Ci sto!".
La Crociata delle Barbe ha infine un leader! Ma non basta, i malvagi elfi hanno trovato anche altri alleati la cui cattiveria è conclamata. Gente isolazionista e decisa a congelare le nostre armate, bloccandole in un inverno perenne.

E hanno pure rubato un libro... malvagi!
Il re, da vero leader, mi consiglia di combattere il fuoco col fuoco.
O, in questo caso, il ghiaccio col ghiaccio.

"Il Lin Kuei è al vostro servizio!"
Gli schieramenti prendono sempre più forma e la rivalità tra di loro si fa sempre più intensa, in un'escalation che vede anche altre personalità famose schierarsi.

Io e gli altri componenti della Crociata iniziamo a chiedere in giro e, per primi, blocchiamo questi due giovani in viaggio di nozze. Esponiamo le nostre motivazioni, ma loro scuotono la testa, preferendo rimanere neutrali. Nero di rabbia, grido a uno di loro "Siete due stronzi!".

"Lo so".
Gli auguro di avere un figlio fetente quasi quanto loro, poco prima che un colpo di blaster mi centri le chiappe. Quella tizia sembra essere una delle poche dotate di una mira decente da queste parti!

Una grande perdita per il nostro esercito, ma non mi scoraggio e so a chi chiedere. A qualcuno che col solo ausilio di forbici dalla punta arrotondata e colla vinilica può creare qualsiasi arma.

Come avere un arsenale.
Ma gli elfi non stanno a guardare. Nel corso della loro scalata alla malvagità prendono con sé uno dei soggetti più folli in assoluto: l'uomo che ha montato Batman V. Superman.

Dato che solo un cieco avrebbe potuto montare quel film...
C'è anche chi se ne infischia della Crociata e si gode la prima vacanza dopo secoli...

"Come sarebbe a dire che questa non è Honolulu!?"
... e chi invece passa di lì per puro caso, in cerca di un rifugio dai militari.

Scherzi a parte. Il cosplay è geniale. Ma la faccia del tizio lì accanto che guarda E.T., dove la vogliamo mettere?
Ma c'è anche chi trama nell'ombra, attendendo gli sviluppi della guerra per colpire alla prima occasione e ascendere allo stato di divinità.

"Voi ammazzatevi, che intanto io mi faccio una tisana. Ci rivedremo quando sarete costretti a venerarmi"

La malvagità elfica non si ferma qui. Grazie alla loro scorta pressoché infinita di unicorni sono riusciti anche a comprarsi truppe mercenarie capaci di ribaltare le sorti dello scontro.

"Mi hanno promesso una serata magica!"
Anche qui si deve combattere il fuoco col fuoco. Blocco un distinto cavaliere, chiedendogli se abbia qualche simpatia per gli elfi. Lui risponde che, per carità, non ha problemi con gli elfi, il suo migliore amico è un elfetto tedesco, ma la loro politica estera è veramente indegna.

"Elfi, andate a fan*ul°".
La sera si avvicina, portando con sé anche nuovi sostenitore della Crociata.

Quando c'è da fare casino zio Sanguine non si tira indietro.

Forti di un nuovo, pericolosissimo alleato, noi fautori della Crociata iniziamo la seconda giornata desiderosi di puntare sempre più in alto, certi di portare dalla nostra parte alleati ancora più forti. La prima cosa da fare è contattare le alte sfere prima che lo facciano loro, quindi chiedere direttamente agli dei di unirsi alla nostra causa. Ma al primo tentativo è troppo tardi.

"Certo che mi hanno convinto gli elfi! Ma hai visto il c*l° di quell'elfa!?".
Accidenti a queste divinità disagiate malate di satiriasi! Ma io sono testardo, come ogni nano! La robustezza della mia testa non è adatta a sfondare un muro a craniate, ma io non lo so e lo sfondo lo stesso! A quel punto resto in contatto con gli altri Olimpici, radunando un gruppo pronto a intervenire nella lotta contro la malvagità elfica!

Gioie e disagi.
E mentre Poseidone si concede un gavettone a Sailor Mercury, usando una potentissima mossa di tipo
acqua, ecco che i maledetti elfi rivelano la loro nuova e terribile arma segreta.
 
"Sterminare! Sterminare!"
I maledetti sono riusciti a mettersi in contatto coi Dalek! Devo trovare un alleato abbastanza esperto di faccende aliene da poterli sconfiggere! Mi avvio quindi per una perigliosa quest, alla ricerca di una cabina blu!
"Il Dottore è in casa?"
Busso con insistenza, finché non mi apre qualcuno. Ok, è un Dottore. Ma non esattamente quello che mi aspettavo.

"Per uno che ha sconfitto Dormammu e Shura Gorath le beghe tra nani ed elfi sono solo una quisquilia nel mezzo dell'immensità delle esistenze degli universi paralleli. Ora torno a picchiare Mordo".
Incassato il no, la porta del TARDIS si chiude. Continuo a picchiare, quando finalmente qualcuno apre. Finalmente il Dottore!

"Ho avuto qualche problema con la rigenerazione, ma posso ancora essere utile alla causa".
Dopo aver contattato il Dottore non resta che mandare un Ragno segnale per richiamare Spidey. E Spidey accorre, incazzato nero che ok, va bene che mi stanno trasformando sempre più in una copia di Batman, ma vorrei avere un minimo di discrezione quando si parla di fare l'eroe, scusatemi!.

"E questo me lo tengo per il disturbo!".
Dopo l'addio dell'Uomo Ragno, devo ripiegare su altri alleati. Non resta altro da fare che chiedere a chiunque, persino a qualche orco disposto a dare una mano. E si dà il caso che ce ne sia uno con gli occhi così buoni che mi toglie ogni dubbio sulla sua fedeltà alla Crociata.

Ditemi voi se non avete voglia di abbracciarlo!
A quel punto, non resta che reclutare l'avanguardia, qualcuno che affronti il primo e l'ultimo nemico e uno con una forza di volontà tale da accecarsi pur di raggiungere lo scopo.

"Guarda, parteciperemmo volentieri, ma questa cretina si mette sempre nei guai appena la perdiamo di vista".
Le battute sulla cecità di Sirio, nel frattempo, si sprecano. Cerco di tornare allo stand, per proteggermi dalla calura e dal sole armato di marello, quando ecco che la strada mi viene bloccata da un tizio alto, con lo sguardo perfido. 

"A quest'uomo hanno fatto un nome. Quel nome è Federico Galdi"

Non mi resta che scappare. Il caos ormai è tale per cui non posso fare altro che pregare di trovare una via di fuga, quando giunto dall'altra parte della Festa noto, nel parcheggio robottoni, che qualcuno non ha messo l'antifurto al Daitarn!

Un robot a energia solare a Vinci? L'arma definitiva!

Mi siedo nel Daitarn, e subito un ghigno soddisfatto si dipinge sul volto del robottone. E partono le mazzate. La prima cosa da fare è colpire i fottuti elfi al cuore, uccidendo il loro capo segreto.

Esatto. Per tutto questo tempo era lui a comandare! Pentitevi, elfi!
Vinci è salva, ma Sauron è fuggito a Mordor. La Crociata è appena iniziata!

Ok. Il Report è finito, andate in pace. Scherzi a parte, è stata una fiera, come al solito, molto piacevole quella di Vinci. Adoro questa cittadina toscana, e ringrazio tutti coloro che hanno comprato Nytrya e Bandlòr (il Re dei Nani, Magni, in primis; senza dimenticare Giovanni Mucciaccia e la Colla Vinilica). Anche per quest'anno ho fatto tredici, quindi non c'è nulla di che lamentarsi. 

Un sentito ringraziamento a tutto lo Stand Plesio Editore/Nero Press, in particolare ai colleghi Alessio Banini e Stefano Andrea Noventa, e a Kiki e Sailor Creamy che ci ha regalato alcuni meravigliosi momenti di puro divertimento. GRAZIE!

#gavettoneaSailorMercury
#ilpianoMalvagiodiCersei
#ancoraifottutielfi
#unicorno2016