Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

sabato 19 novembre 2016

Omaggio a un'amica caduta (letteralmente). Un racconto di sfiga galdiana.

In loving memory.
Una storia che comincia in attesa. In attesa di andare dal medico, per farmi controllare quel maledetto piede che mi sono sfasciato in Scozia sullo Storr e che ancora adesso mi sta facendo dannare l'anima. In attesa di un ascensore. Uno di quelli che non arriva mai. La signora del settimo piano mi odia da quando ho fatto raccolta di firme porta a porta per il referendum (non questo...) perciò mi ignora quando le chiedo, cortesemente, di passare al quinto per raccattarmi. Il tizio del terzo non può sapere, dal piano terra, che sono in attesa. E così è pure per il signore che, nel frattempo, ha prenotato l'ascensore prima di me, nonostante mi sia consumato il pollice su quel tasto a forma di pastiglia del Re Sole.

Finalmente, l'ascensore si ferma al mio piano, il quinto. E ne esce un manovale, sporco di polvere dovuta ai lavori. Lo guardo e sorrido. Ha quella maglietta. La stessa che mi sono comprato a Vinci, allo stand di Stay Nerd. Una maglietta di Gandalf davanti alle porte di Moria, intento a dire "Mellon" per entrare. Quasi introvabile, nata come una di quelle edizioni limitate che scadono dopo 24h. Sorrido e dico "Bella maglia, ne ho una uguale!".

Dimostrazione di quanto sia bello essere beatamente ignoranti.