Prof Covenant On the Road

Prof Covenant On the Road

Pagine

giovedì 25 maggio 2017

Le cinque giornate di Torino: Salone del Libro 2017.




Risultati immagini per Salone del libro 2017

18/05/2017

"Siamo in arrivo a... Torino Lingotto".
Come se non lo sapessi, maledetto speaker. Sono in piedi da quasi un quarto d'ora, dopo aver lasciato il mio comodo scompartimento per mettermi davanti alla porta del vagone, in attesa di scendere. Arrivo alla stazione e inizio a camminare: credevo che le infrastrutture di Genova facessero schifo, salvo poi scoprire, due anni fa, che per raggiungere il Lingotto Fiere dalla stazione omonima ci vogliono quindici minuti a piedi, durante i quali uno si deve prima allontanare e poi avvicinare per fare una passerella sospesa, collegata direttamente con la galleria commerciale. 

Arrivo davanti all'ingresso degli espositori, in attesa che il possente Plesiosauro venga a prendermi, passandomi quello che sarà il mio aureo biglietto d'ingresso gratuito. Mur ha un carattere amabile, mi assicura da tempo l'Editrice, di quelli che sotto sotto mostrano una grande bontà d'animo. Ma, nei fatti, questo carattere amabile non l'ho mai visto. Ed eccolo arrivare, pinna dopo pinna, sporgere il collo verso di me, con il pass tra i denti. Gli altri espositori guardano il giurassico con un'espressione mista di incredulità e superiorità: dopotutto è solo un editore fantasy, mica di quelli seri che pubblica libri sulle scie chimiche. 

"Sono venti minuti che l'Editrice prova a chiamarti, babbeo!" mi saluta, affiancandosi a me per i controlli e rivolgendo uno sguardo capace d'incenerire un tirannosauro al polizziotto che cerca di passargli il detector sotto la pinna.
Deglutisco "Avevo le cuffie" mi giustifico.
"Questo è tipico di te" mi risponde. "Solo un deficiente che scrive di maiali volanti potrebbe mettersi le cuffie per ascoltare robaccia mentre aspetta che qualcuno gli dica dove farsi trovare per prendersi il pass".
"Awesome Mix Volume 2 non è robaccia!" replico, cercando di non arrossire per l'imbarazzo. Mi ero convinto che con la nuova nidiata di giovanissimi autori messa sotto contratto dall'Editrice Mur si sarebbe calmato. Un cavolo, mi odia come prima e più di prima.

Entriamo nel Lingotto e raggiungiamo lo stand, dove spiccano i poster con le copertine di "Dershing - gli Ultimi Draghi" e "Strange Activity". Ma dove, soprattutto, c'è il mio terzo libro. Khaemir. E qui, devo essere sincero, scoppio a piangere.
L'Editrice sorride, cercando di dissimulare l'imbarazzo. E, nel mentre, Mur sghignazza "Fa così schifo?" domanda.
"Dovresti saperlo" commento. "L'editing l'hai curato anche tu".


lunedì 3 aprile 2017

Radio Gandalf (fuggite, sciocchi!) 016: quando It diventò segretario dell'IngSoc.


Largo! Largo! Voi sciocchi non fuggite? Allora torna Radio Gandalf!

Nuovo logo, vecchia Radio? Non proprio! Considerato quanto è monotona la mia voce, ho deciso di cercare aiuto, trovandolo in due giovani collaboratrici disposte a ricordarmi quando sto dicendo qualche sciocchezza. 

Perciò seguiteci in questi 25 minuti dell'odio, fatti di pagliacci assassini e signori delle mosche, gustandovi una bella tavoletta di Soylent Green, mentre ascoltiamo l'autrice de "I Superstiti di Ridian" raccontarci qualcosa del suo romanzo!


La puntata è scaricabile GRATIS qui! Godetevela!